Precipitano sul Monte Casarola, morti due escursionisti

I vigili del fuoco impegnati nel recupero dei due escursionisti morti sul Casarola

Si tratta di Lorenzo Ferrigno 31 anni residente a Sant'Ilario e dell'amico David Santiago Rodriguez Perdomo di 28 anni di Formigine 

VENTASSO. Tragico incidente sul Monte Casarola avvenuto verso mezzogiorno di sabato 13 marzo. Due escursionisti sono precipitati durante una salita e sono morti. Si tratta di Lorenzo Ferrigno, 31enne, di origine campano, residente a Sant’Ilario e dell'amico di 28 anni di origine honduregna, David Santiago Rodriguez Perdomo, residente a Formigine (Modena). Entrambe le salme sono state recuperate e portate a Succiso nel in serata dagli uomini del Soccorso alpino e dai vigili del fuoco.

Tragedia di Ventasso: le squadre dei soccorritori

Un recupero molto difficoltoso per il forte vento e soprattutto per la zona impervia, un canalone ghiacciato, dove i due giovani sono precipitati. I soccorritori sono riusciti a raggiungere le persone coinvolte verso le 17. L'allarme era stato lanciato da un'altra coppia di alpinisti. La loro segnalazione ha permesso di geolocalizzare le vittime della tragica caduta. 

Le operazioni di recupero sono a cura del Soccorso alpino stazione Monte Cusna e stazione Monte Orsaro e dei vigili del fuoco. Difficoltà a raggiungere l’area con l’elicottero a causa del forte vento. I soccorsi hanno raggiunto i corpi via terra. Nella zona è stato allestito un campo base. Nella squadra di soccorritori del Saer c’era anche un medico.

Secondo la ricostruzione fornita dai carabinieri di Villa Minozzo e Ramiseto, che hanno proceduto all'identificazione e ora stanno conducendo le indagini per capire cosa sia accaduto, i due si trovavano lungo la piana ai piedi del monte quando per causa ancora al vaglio, sono finiti nel dirupo posto alla fine della piana finendo nei canaloni del buco del Moro.