Due residenze per anziani abusive, il Nas denunciano due persone

Si tratta del rappresentante legale della società e del coordinatore delle strutture

COMPRENSORIO CERAMICO. Avevano aperto due case famiglie e, seppur in assenza della prevista autorizzazione speciale per il funzionamento di attività sanitaria specialistica, hanno adibito le due strutture, ubicate nel comprensorio ceramico reggiano, a residenze sanitarie assistenziali per anziani.
 
Per questo motivo il legale rappresentante e il coordinatore delle due strutture sono stati denunciati dai carabinieri del nucleo antisofisticazione e sanità di Parma.
 
La denuncia è arrivata ieri. I carabinieri del Nas di Parma a seguito delle ispezioni igienico sanitarie effettuate presso le strutture ricettive per anziani hanno scoperto che i due avevano avviato e mantenuto in esercizio le residenze per anziani prive di preventiva autorizzazione al funzionamento, avvalendosi però delle agevolazioni autorizzative e amministrative previste per quel genere di  struttura, definita "casa famiglia" che nulla ha che fare con le Rsa.