Il Conad distribuisce un manuale di autodifesa per le donne (e non solo)

“Niente Paura!” il titolo della guida. Un manuale pratico di difesa per tutte le donne ma anche per gli uomini che vogliono difenderle

REGGIO EMILIA. Offrire un manuale pratico di difesa per tutte le donne, ma anche per gli uomini che vogliono difenderle, è la scelta fatta da Conad Centro Nord non solo per essere al fianco delle donne e più in generale delle famiglie, ma per festeggiare in maniera non rituale la giornata internazionale dei diritti della donna e aprire una riflessione sulla necessità di un cambio culturale nella nostra società per sconfiggere la piaga della violenza sulle donne.

Da oggi a domenica in tutti i punti vendita Conad Centro Nord delle province di Reggio Emilia, Parma, Piacenza e della Lombardia verrà distribuito gratuitamente a tutti i possessori di Carte Conad, a fronte di una spesa minima di 10 euro, il manuale di autodifesa “Niente Paura!”.

Scritto da Carlo Bocchialini, giornalista e istruttore di krav maga con più di trent'anni di esperienza pratica di arti marziali e che da tempo si dedica allo studio delle aggressioni e dei meccanismi alla base della violenza, il libro con una accattivante copertina gialla non è un manuale di difesa personale, ma una guida alle buone pratiche da adottare quando ci si trova in situazioni di rischio.

Che non sia un è un manuale di arti marziali lo conferma il sottotitolo: «Ogni scontro evitato è uno scontro vinto», con l’autore che chiarisce a più riprese che «è fondamentale la prevenzione ed è solo usando la testa e alcuni accorgimenti si può evitare un'aggressione di strada o gestire una situazione spiacevole senza farla precipitare in uno scontro fisico».

Un problema, quello delle aggressioni, che non riguarda solo le donne, ma anche anziani e disabili. A presentare il libro che è un tassello di un rapporto consolidato da tempo tra Conad e i centri antiviolenza che operano nelle diverse province emiliane e lombarde, sono stati l’autore Carlo Bocchialini, Silvia Iotti, presidente dell’Associazione Nondasola e del Centro Antiviolenza di Reggio e l’amministratore delegato di Conad Centro Nord Ivano Ferrarini.

Proprio quest’ultimo ha sottolineato come «Conad sia vicino alle donne, per sostenere i loro diritti contro ogni forma di violenza. Da tempo siamo impegnati supportando economicamente le associazioni che aiutano le donne che subiscono violenza domestica». Silvia Iotti di NondaSola, dal canto suo nell’apprezzare l’iniziativa, ha rimarcato come «la violenza non sia solo un'aggressione, ma ne esistono tante forme in luoghi differenti, primo fra tutti quello domestico».

Riportando i dati raccolti dai Centri Antiviolenza, Iotti ha confermato che «anche a Reggio le violenze che le donne subiscono e per le quali chiedono aiuto e protezione, si verificano in maggioranza all’interno di relazioni di intimità. Anche le violenze sessuali non arrivano da estranei, ma nell’80- 85% da persone conosciute dalle donne che ne sono vittime. Parliamo di violenza da parte di fidanzati, compagni, mariti o ex con conseguenze che gravano pesantemente sulla vita delle donne».

La convinzione di tutti gli intervenuti è quella che «per contrastare e prevenire la violenza maschile sulle donne, è indispensabile un cambiamento culturale profondo che vede nel rispetto del corpo, della dignità e della autodeterminazione delle donne il presupposto indispensabile per una relazione tra i generi che sia segnata dal rispetto».