Nascondeva la coca sopra la cappa della cucina, arrestato pusher di 47 anni

I carabinieri di Scandiano

Scandiano, l'uomo, cittadino albanese, deve rispondere anche di resistenza per aver lanciato una scatola all'indirizzo dei carabinieri

SCANDIANO. Una pattuglia di carabinieri ha notato uno scambio sospetto tra due persone mentre pattugliava la centralissima piazza Spallanzani a Scandiano. I due si sono accorti di essere stati visti e si sono dati alla fuga in opposte direzioni, ovviamente subito inseguiti dai militari. Uno, il cliente è riuscito a dileguarsi, mentre l'altro, il pusher, è stato raggiunto e fermato nella vicina via Garibaldi. E' stato trovato in possesso di una dose di cocaina e di circa trenta euro che, secondo i carabinieri, sono il provento della vendita notata in precedenza.

Durante la perquisizione domiciliare sono stati scoperti e sequestrato altri 15 grammi di cocaina. L'uomo, un cittadino albanese di 47 anni, domiciliato a Scandiano, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ora è a disposizione dell'autorità giudiziaria.

I fatti risalgono alle 19,30 di martedì 2 marzo quando una pattuglia della Tenenza di Scandiano, transitando in piazza Spallanzani, ha notato due individui di cui uno, il 47enne poi arrestato, ha passato un involucro a un giovane. Alla vista dei militari i due si sono dati alla fuga e l'albanese è stato bloccato poco dopo e trovato con soldi e droga. Alla luce di quanto accertato i militari hanno esteso la perquisizione alla casa  dove l'uomo abitava con la moglie e i figli. All'interno di un mobile sopra la cappa della cucina, i militari hanno trovato l'latro quantitativo di coca.

Oltre  l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, al 47enne è stata contestata anche la resistenza a pubblico ufficiale per aver posto tentato di ostacolare l'attività dei militari all'indirizzo dei quali ha lanciato una scatola, prima di essere bloccato e ammanettato.