Delmonte: «Deroga nei Comuni appenninici all’arancione scuro»

CASTELNOVO MONTI. Il consigliere regionale Gabriele Delmonte, nella sua qualità di responsabile Politiche per le aree montane della Lega, ha inviato ieri mattina al presidente della Regione, Stefano Bonaccini, una lettera a nome del suo gruppo regionale nella quale ha chiesto «la possibilità di valutare una deroga per i territori dell’Unione dei Comuni dell’Appennino reggiano rispetto all’eventuale introduzione della fascia “arancione scura” per la provincia di Reggio Emilia. Con la deroga, il territorio appenninico rimarrebbe dunque soggetto alle prescrizioni imposte delle limitazioni già previste dalla fascia arancione».

Nella lettera, Delmonte, dopo aver osservato che «i dati sulla situazione epidemiologica legata al Covid 19 nella nostra regione sono in crescita da diversi giorni», ha ribadito «la necessità di considerare il territorio reggiano nella sua interezza, complessità e varietà, la quale sta consentendo alla zona appenninica, che comprende i Comuni di Casina, Carpineti, Castelnovo Monti, Toano, Vetto, Ventasso e Villa Minozzo, di registrare un pressoché nullo aggravio della diffusione del virus».


«Un territorio, quello dell’Appennino reggiano, che nelle scorse settimane ha già dovuto subire lo stop della stagione turistica invernale, pertanto sarebbe doppiamente penalizzante per i suoi residenti se dovessero subire una nuova ordinanza ancor più restrittiva per quanto riguarda la libertà e la mobilità anche all'interno dei confini del Comune», ha concluso il consigliere Delmonte. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA