Addio a Damiano Fontanesi, biologo amante della natura

Il biologo Damiano Fontanesi, morto a 75 anni

Vezzano, aveva 75 anni ed era  laureato in biologia. Martedì 2 marzo il funerale a Reggio. Curava la Madonna del Monte del Gesso

Vezzano. Ieri alle 11, nella parrocchiale di Sant’Antonio da Padova a Reggio Emilia, sono stati celebrati i funerali del dottor Damiano Fontanesi. Aveva 75 anni. Laureato in scienze biologiche, è morto il 27 febbraio nella sua abitazione reggiana di via San Zenone, assistito dai famigliari. Era ammalato da qualche mese. Vezzanese di origini, Damiano Fontanesi amava il suo paese dove, in centro, ha ancora la casa di famiglia e dove abitava con la mamma, deceduta da qualche anno.

Era una persona educata, buona, sempre disponibile con tutti. I vezzanesi lo rispettavano e gli volevano bene. Assieme ad altri compaesani, si adoperava per conservare al meglio la Madonnina del Monte del Gesso, a lui tanto cara.L’energia elettrica necessaria per l’illuminazione della statua veniva prelevata dal contatore di un suo edificio collocato ai piedi del cocuzzolo adiacente alla Madonna che veglia su tutta la vallata del Crostolo ed è visibile anche da molto lontano. Damiano Fontanesi era amante della natura in genere, dell’agricoltura, dei fiori, delle piante. Gli piaceva, in particolare, innestare gli alberi da frutto, i cui frutti donava ai famigliari e agli amici.


Durante la messa di commiato è stato toccante il ricordo di Damiano da parte dei famigliari che, nel tracciare il percorso della sua vita, hanno sottolineato come porteranno nel loro cuore la sua anima bella, che ora riposa nelle braccia del Padre. Dopo la funzione funebre, la salma è stata tumulata nella tomba di famiglia nel cimitero monumentale di Reggio Emilia. Damiano Fontanesi lascia le sorelle, il cognato, Paola e i nipoti.