Reggio Emilia, morta a 59 anni Lorena Masini: aveva lavorato per il Re degli Affari

L’agente di commercio era affetta da una malattia rara Domani alle 10.30 i funerali nella chiesa di Regina Pacis

Giuseppe Galli

REGGIO EMILIA. Per tanti anni ha combattuto contro una malattia rara quanto subdola, con coraggio e determinazione, senza mai abbattersi. Ma sabato sera, dopo l’ennesimo acutizzarsi della malattia, che poche ore prima aveva indotto i figli a portarla in ospedale, Lorena Masini si è arresa, spegnendosi al Santa Maria Nuova di Reggio, dove era stata appena ricoverata.


Aveva 59 anni e per una vita ha lavorato come agente di commercio, legando il proprio nome e la propria attività in particolare al “Re degli Affari”, il principale quanto storico settimanale reggiano di annunci, per il quale Lorena Masini ha lavorato una ventina d’anni, dagli anni Novanta fino al 2013.

Erano gli anni in cui cominciavano a manifestarsi i primi problemi fisici, che ne hanno condizionato la vita in particolare negli ultimi quattro anni, quando è stata costretta a ritirarsi dal lavoro ed è stata seguita con amore e costanza dai due figli, Daniel e Alex, che l’hanno sempre curata in casa.

La vita aveva già sferrato un duro colpo a Lorena Masini, rimasta vedova undici anni fa, il 10 gennaio 2010, quando il marito Vando Morini, geologo e insegnante di geografia all’Istituto tecnico Città del Tricolore di Rivalta, dove insegnava da un quarto di secolo, morì a 55 anni ucciso in pochissimo tempo da un’altra terribile malattia, la Sla, sclerosi laterale amiotrofica. Lorena era così diventata anche volontaria e collaboratrice dell’Aisla Onlus di Reggio Emilia alla quale, oggi, il figlio Daniel chiede di devolvere eventuali offerte e donazioni(per sostenere l’associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica di Reggio basta fare un versamento sul conto corrente dell’Aisla, Bper, Iban IT21T05387128

00000001809855).

La stessa presidente dell’Aisla Onlus di Reggio, Loretta Pavarini, ricorda Lorena «per il suo impegno di volontaria e collaboratrice. La sua morte, per noi, è una perdita immensa».

Era una persona dinamica, che amava la vita e stare in compagnia degli amici: una donna coraggiosa, Lorena Masini, appassionata del proprio lavoro e della propria attività. Amava anche viaggiare e alle località turistiche di mare preferiva di gran lunga visitare le città d’arte, per ammirarne le bellezze.

Oltre ai figli Daniel, con la compagna Bea, e Alex, l’agente di commercio lascia la sorella Manuela, il cognato Daniela e le nipoti Valentina ed Elena.

Il funerale di Lorena Masini verrà celebrato domani mattina alle 10.30 nella chiesa di Regina Pacis, in via Gorizia. Dopo le esequie la salma verrà cremata. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA