Alla guida di un'auto sequestrata la sera prima e con la droga, 53enne arrestato 

Si tratta di Manuel Bonazzi, ristoratore di Gualtieri già arrestato nel 2017 per droga. Fermato prima dalla polizia stradale e poi dai carabinieri. Anche questa volta nascondeva in casa due etti e mezzo di sostanze stupefacenti

GUASTALLA. Il ristoratore 53enne di Gualtieri Manuel Bonazzi, a cui la mattina precedente, la polizia stradale, aveva ritirato la patente e sequestrato l’auto, è stato fermato alla guida della sua macchina, ieri sera, dai carabinieri del nucleo radiomobile di Guastalla che, inoltre, lo hanno trovato in possesso di un due etti e mezzo di droga. E' stato arrestato. Nel 2017 era finito in manette sempre per spaccio di droga.
 
La mattina precedente il 53enne era stato fermato e sanzionato a Rho dalla polstrada di Varese: guidava un’auto con la targa alterata. Per questo motivo il veicolo era stato sottoposto a sequestro, poi affidato in custodia giudiziale a una sua conoscente, e la patente gli era stata ritirata. Durante il controllo addosso all’uomo era stato trovato anche qualche grammo di cocaina quindi la polizia stradale aveva provveduto a contestargli anche la violazione per la guida in stato di alterazione psicofisica essendosi rifiutato di sottoporsi ai previsti controlli, oltre a denunciarlo per detenzione ai fini di spaccio di stupefacente visto che la droga era accuratamente confezionata in dosi. 
 
Per nulla pago di quanto successo al mattino, l’uomo, in compagnia della donna a cui era stata affidata l’auto sequestrata, si è rimesso alla guida della stessa macchina e ha fatto rientro al suo domicilio. Ieri sera il nuovo controllo. Fermato a Guastalla da una pattuglia dei carabinieri del nucleo Radiomobile della locale compagnia, allo stesso sono state dapprima contestate tutte le violazioni amministrative previste dal codice della strada poiché colto alla guida di un veicolo sottoposto a sequestro e senza la patente di guida perché ritirata. 
 
Insospettitisi dall’atteggiamento assunto dall’uomo, gli uomini dell’Arma hanno deciso di approfondire i controlli tanto da raggiungere il suo domicilio a Gualtieri da dove, al termine della perquisizione, sono spuntati circa 250 grammi di droga tra hashish, marijuana e cocaina occultati in due vasi in vetro chiusi ermeticamente, due bilancini di precisione e l’occorrente per il confezionamento, oltre a quasi mille euro in contanti ritenuti essere provento dell’attività di spaccio. 
 
Il 53enne è stato accompagnato in caserma ove, al termine degli accertamenti, è stato dichiarato in arresto. Dovrà ora rispondere della circolazione con veicolo sottoposto a sequestro, guida con patente ritirata e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.