Barista trovato con mezzo etto di hascisc, denunciato

L'uomo era nel locale in orario di chiusura: scatta il controllo anche nell'appartamento dove viene trovata la droga nascosta in cucina

BIBBIANO. Mezzo etto di hascisc nascosto nella cucina di casa: nei guai finisce un barista di 40 anni del paese. L’uomo si trovava all’interno del bar in orario di chiusura, secondo le disposizioni normative finalizzate a contenere la pandemia da Covid 19. Una pattuglia dei carabinieri della stazione di Bibbiano notandolo lo hanno raggiunto e hanno proceduto a un controllo, rilevando nel volto del barista una certa preoccupazione.
 
Insospettiti da tale atteggiamento i militari, terminate le procedure di identificazione, hanno avviato una perquisizione del locale, poi estesa all’auto dell’uomo: nulla di illecitamente detenuto. Tuttavia l’attività ispettiva dei carabinieri di Bibbiano è proseguita nell’abitazione dell’uomo, sebbene lo stesso barista avesse negato di possedere stupefacenti. 
 
Invece i militari di Bibbiano in un pensile della cucina hanno trovato la droga, contenuta in un sacchetto di quelli del tipo da freezer. Il barista è stato dunque denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il mezzo etto di hascisc è stato sequestrato.