Coronavirus, altri sette decessi in provincia di Reggio Emilia e un nuovo picco di contagi

Il virus adesso ritorna a fare paura a Reggio e in tutta l’Emilia-Romagna Aumentano i ricoveri in terapia intensiva. In regione impennata di 2.575 casi

REGGIO EMILIA. Altri sette morti: due donne, di 84 e 88 anni, e cinque uomini, rispettivamente di 62, 79, 82, 83, 87 anni. E 229 nuovi contagi, di cui 140 sintomatici, con un nuovo ricovero in terapia intensiva. Il rischio dell’approssimarsi della terza ondata della pandemia da Coronavirus – che ha già costretto il Bolognese a restrizioni da zona “arancione scuro” – trova conferma anche nella nostra provincia nel bollettino emesso da Regione e Ausl, registrando anche nel Reggiano una nuova impennata di casi e un nuovo picco di decessi.

IN PROVINCIA


Con gli ultimi sette morti rilevati, nella nostra provincia il totale dei decessi tocca 1.092 morti. Gli ultimi sette decessi hanno riguardato i Comuni di Canossa (2), Castellarano, Reggiolo (2), Villa Minozzo e un residente fuori provincia. Complessivamente, con i 229 nuovi casi positivi, salgono a 32.682 i contagi in provincia dall’inizio della pandemia. Sui 229 nuovi casi positivi, 104 sono riconducibili a focolai, 125 sono classificati come sporadici.

Sempre sui 229 nuovi casi, 225 casi sono in isolamento domiciliare, 3 sono stati ricoverati in terapia non intensiva e uno in terapia intensiva. Complessivamente salgono a 18 i ricoveri nelle terapie intensive della provincia, mentre diventano 4.013 le persone in isolamento domiciliare e 194 i ricoveri in reparti o alberghi Covid. Sul fronte guarigioni, infine, sono 531 i guariti clinicamente totali e 27.708 quelli con doppio tampone negativo. Sono state circa duemila le vaccinazioni in provincia negli ultimi due giorni.

In regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 255.479 casi di positività, 2.575 in più. L’età media dei nuovi positivi è 42,7 anni e, a livello regionale, i casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 39.222 (+1.540). La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 663 nuovi casi, seguita da Modena con 515; poi Rimini (258), Reggio Emilia (229), quindi Ravenna (216). Seguono Cesena (172), Parma (162), Ferrara (122), Forlì (101). Infine, Imola (89) e Piacenza (48).

I DECESSI

Purtroppo, si registrano 31 nuovi decessi: 4 a Piacenza (3 donne, di 82, 85 e 91 anni, e un uomo di 81); 2 nella provincia di Parma (entrambi uomini, di 76 e 99 anni); 7 nella provincia di Reggio Emilia (2 donne, di 84 e 88 anni, e 5 uomini, rispettivamente di 62, 79, 82, 83, 87 anni); 3 nel modenese (2 donne, di 82 e 86 anni, e un uomo di 83 anni); 9 in provincia di Bologna (5 donne – rispettivamente di 82, 87, 90 e 2 di 91 anni – e 4 uomini, di 71, 79, 82, 85 anni); 1 nel ferrarese (una donna di 84 anni); 4 in provincia di Forlì-Cesena (3 donne, di 82, 94 e 97 anni, e un uomo di 93). Nessun decesso nelle provincie di Ravenna e Rimini. Infine, si segnala il decesso di un uomo di 75 anni a Parma, ma residente a Verona. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 10.489.

LE TERAPIE INTENSIVE

I pazienti ricoverati nelle terapie intensive emiliano-romagnole sono 211 (+8), 2.092 quelli negli altri reparti Covid (+37). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 10 a Piacenza (+1), 13 a Parma (+1), 18 a Reggio Emilia (+1), 44 a Modena (invariato), 52 a Bologna (+1), 18 a Imola (+2). —

© RIPRODUZIONE RISERVATA