In arrivo in un mese altri 51.550 vaccini destinati ai reggiani

reggio emilia. Oltre 470mila dosi di vaccino contro il Covid (472.820) in arrivo a marzo in Emilia-Romagna. È stata infatti definita la consegna complessiva da Piacenza a Rimini per il prossimo mese, con un aumento del 38 per cento previsto rispetto alle forniture di febbraio, quando il quantitativo ricevuto è stato poco più di 340mila dosi.

La maggior parte dei vaccini saranno consegnati da Pfzier-Biontech (287.820 somministrazioni), a seguire Astrazeneca (116.100) e Moderna (68.900). La consegna per aziende sanitarie e ospedaliere, che «non tiene conto della popolazione residente in assoluto ma del numero di persone a cui è destinato il vaccino», fa sapere la Regione, a marzo prevede l’arrivo di 51.550 vaccini alla provincia di Reggio Emilia, di cui 29.250 della Pfizer-Biontech, 7.900 di Moderna e 14.400 di Astrazeneca. Prosegue intanto, con le dosi attualmente disponibili, la campagna vaccinale nel Reggiano destinata a operatori sanitari e anziani over 85. Nella giornata di domenica sono state vaccinate 678 persone mentre ieri erano previste 480 somministrazioni.


Le vaccinazioni, contrariamente alla prima fase della campagna, non avvengono più unicamente nel maxi padiglione delle Fiere di Mancasale. Vista la necessità di facilitare gli spostamenti di persone molto anziane, l’Ausl ha aperto i centri vaccinali anche nei vari distratti della provincia, da Correggio all’Appennino, collocandoli nella maggior parte dei casi all’interno dei centri di prelievo, ampi e al piano terra.

Parallelamente proseguono anche le somministrazioni a domicilio, necessarie per gli anziani che non sono in grado di muoversi da casa. —

L. G.

© RIPRODUZIONE RISERVATA