Contenuto riservato agli abbonati

Carpineti, Lamberti caduto nel pozzo nero per il cedimento di una grata

I carabinieri hanno recuperato i pezzi della copertura. Giovedì 25 alle 15 il funerale

CARPINETI. Si svolgeranno domani pomeriggio i funerali di Tonino Lamberti, il 60enne agricoltore carpinetano morto nel fine settimana a fianco dell’allevamento bovino di famiglia a Poiago, precipitato nel pozzo nero usato per raccogliere i liquami degli animali.

Nella mattinata di ieri il sostituto procuratore Isabella Chiesi, titolare dell’indagine avviata dopo il ritrovamento del corpo, ha tolto il vincolo giudiziario sulla salma e i famigliari di Lamberti, a partire dal fratello Roberto con cui lavorava nell’azienda agricola, hanno potuto organizzare le esequie.
Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, Lamberti si sarebbe appoggiato alla grata metallica arrugginita che ha ceduto – rompendosi in più pezzi, poi recuperati dai carabinieri – facendo così precipitare il 60enne dentro il pozzo nero.

Una morte orribile per annegamento nei liquami. La grande vasca dei liquami – profonda quasi cinque metri e con una capacità complessiva vicina ai 20mila metri cubi – è sistemata sotto al capannone che ospita l’allevamento ed è accessibile da un’uscita esterna protetta dala citata grata metallica. Quindi, ricostruita con certezza la dinamica dell’incidente mortale sul lavoro, la pm Chiesi non ha ritenuto di chiedere l’autopsia, in quanto le cause di morte sono risultate evidenti fin dal primo momento.

L’incidente è stato scoperto domenica mattina da un operaio che lavora con i Lamberti, preoccupato per non aver trovato Tonino già nello “stallone” come di consueto. A insospettire l’addetto è stato il fatto che nel pozzo nero fosse ancora in funzione un bocchettone infilato nell’accesso e collegato dall’altro lato da una pompa ancora attiva. A quel punto è partito l’allarme, due squadre del distaccamento dei vigili del fuoco di Castelnovo Monti hanno raggiunto Poiago e alcuni pompieri, bardati con tuta isolante e maschera antigas, si sono calati nel pozzo e hanno trovato il corpo senza vita di Tonino Lamberti.

Il completamento delle operazioni di recupero ha richiesto diverse ore. L’ipotesi più probabile è che il 60enne sia caduto dentro la vasca nella serata di sabato, nell’ultimo momento in cui è stato visto da altre persone.
La cerimonia funebre si svolgerà domani alle 15 nella chiesa parrocchiale di Carpineti, nel centro del paese capoluogo, rispettando tutte le prescrizioni previste dell’emergenza sanitaria del periodo.Al termine della funzione, il corteo proseguirà sino a Poiago per la sepoltura nel piccolo cimitero appena fuori dalla frazione.
Oltre al fratello, Lamberti lascia l’anziana madre, oggi ospite della casa di riposo con sede proprio a Poiago, e diversi cugini residenti nel carpinetano. —

Adr.Ar.- T.S.