Paese in lutto per Sonia Ferrari, vinta da una malattia a 41 anni

Sonia Ferrari

Luzzara, lavorava all’Azienda sociosanitaria di Mantova e amava la montagna. Lunedì 22 febbraio alle 9.30 il funerale. La sindaca Sottili: «La notizia sconvolge tutti»

LUZZARA. Profondo cordoglio e sgomento ha suscitato in paese la notizia della scomparsa di Sonia Ferrari, sopraffatta a 41 anni da una malattia contro cui lottava da anni.La donna era originaria di Suzzara, ma da tempo abitava a Luzzara assieme al compagno Luca Manni. Sonia Ferrari lascia la madre Maria Teresa, il padre Giampaolo e la sorella Francesca (residenti a Suzzara), oltre al compagno Luca e ad altri parenti e tanti amici. La salma è visitabile oggi nell’abitazione di via Spallanzani 10, nel rispetto delle disposizioni anti-Covid.
Il funerale con rito cattolico avrà luogo domani (martedì 23) alle 9.30 con partenza dall’abitazione per la chiesa parrocchiale di Luzzara. Dopo il rito funebre, affidato all’agenzia Pedroni di Suzzara, il corteo proseguirà per l’ara crematoria di Mantova.

Grande amante della montagna, Sonia Ferrari lavorava all’Azienda sociosanitaria territoriale di Mantova. La notizia della scomparsa di Sonia Ferrari si è diffusa ieri a Luzzara nella tarda mattinata, lasciando in lutto un’intera comunità. Decine di messaggi di condoglianze e tanti ricordi sono stati postati da amici e conoscenti sul suo profilo Facebook. Anche la sindaca di Luzzara, Elisabetta Sottili, ha voluto esprimere il cordoglio di un intero paese per la tragica notizia: «Sono molto dispiaciuta per la morte di Sonia Ferrari, una giovane donna che ha dovuto combattere contro la malattia, purtroppo senza scampo. Queste notizie sconvolgono tutti. Porgo le condoglianze ai familiari a nome di tutta la comunità», ha detto il primo cittadino luzzarese.