Coronavirus, impennata di contagiati in provincia di Reggio Emilia

Sono 258 i nuovi positivi, morta una donna di Luzzara

REGGIO EMILIA. Quasi il doppio di contagiati in più rispetto a sabato. È un’impennata che preoccupa quella dei positivi al Covid in provincia di Reggio Emilia, ben 258 secondo l’ultimo bollettino aggiornato alle 12 di oggi: il terzo dato peggiore in regione dopo Bologna e Modena.

Fra i nuovi malati, 144 dei quali ricondotti a focolai già noti, 254 sono in isolamento domiciliare, tre sono stati ricoverati in terapia non intensiva mentre un paziente più grave è stato accolto in Rianimazione. Si registra purtroppo un altro decesso, una dona di 86 anni di Luzzara: sale quindi a 1.072 la conta totale dei morti nel Reggiano dall’inizio della pandemia.

Cresce però anche il numero dei guariti, arrivati complessivamente a 27.668: 510 senza più sintomi 27.158 con doppio tampone negativo. Sedici infine i posti letto attualmente occupati nelle terapie intensive Covid.

Per quanto riguarda il resto dell’Emilia-Romagna, sono 1.852 i nuovi contagiati a fronte di 20.349 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, con una percentuale di positività del 9,1 per cento. Dall’inizio dell’epidemia i casi registrati in regione raggiungono così quota 246.020. Si registrano ancora 41 nuovi decessi: in totale sono 10.345 gli emiliano-romagnoli morti a causa del Covid.

Tra i nuovi positivi 520 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 737 sono stati individuati all’interno di focolai già noti mentre l’età media dei nuovi positivi è 41,7 anni. Sui 777 asintomatici, 459 sono stati individuati grazie all’attività di tracciamento, 75 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 27 con gli screening sierologici, sette tramite i test pre-ricovero. Per 209 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.