Contenuto riservato agli abbonati

La Stradivari è in vendita. Il comandante va in pensione

Lla motonave Stradivari, varata nel 1975. È lunga 62 metri e larga 10

Boretto, lunga 62 metri, è la più grande imbarcazione fluviale ed è usata per vari eventi. La proprietà cerca un compratore. Gli amanti del fiume sperano che resti sul Po

BORETTO. La motonave Stradivari in vendita? La foto dell’annuncio comparso su un noto sito di compravendite sta in queste ore rimbalzando di telefono in telefono, e conferma che si cercano acquirenti per la famosa imbarcazione che da anni viene ormeggiata al pontile Giudecca del Lido Po di Boretto. Una notizia che trova conferme nell’ambiente fluviale, ma che non è esattamente un fulmine a ciel sereno, in quanto la società che ne detiene la proprietà l’ha messa in vendita già da un paio d’anni circa.

Giuliano Landini e Joe Bastianich


La proprietà è composta dal socio di maggioranza, l’imprenditore 84enne reggiano Pietro Bagnoli, titolare dell’omonima concessionaria automobilistica in città e con partecipazioni in varie aziende del territorio, e dal capitano Giuliano Landini, ex campione di motonautica. La gestione, invece, è in capo ad una società a responsabilità limitata, equamente divisa al cinquanta per cento. Anche se l’andamento dell’ultimo anno ha rappresentato un evidente momento di crisi, le ragioni che hanno spinto i due soci a cercare di vendere la motonave sono di natura personale.



Da una parte, la famiglia Bagnoli non sembra interessata a dare seguito all’attività portata avanti da Pietro con la Stradivari, mentre Landini (che tra pochi mesi andrà in pensione) ha iniziato a prendere in considerazione l’ipotesi della cessione dopo la scomparsa del padre Giuseppe, che gli assicurava un importante supporto dal punto di vista operativo.La Stradivari è lunga 62 metri e larga 10. È la più grande imbarcazione fluviale d’Italia con interni in legno, caratterizzata da un ristorante interno con ampia vetrata vista fiume e un suggestivo ponte panoramico. Il varo risale al 1975 e da una ventina d’anni – ammodernata e abbellita nel corso del tempo – naviga sulle acque del Po, guidata da Landini che, oltre ad essere un guidatore preparato è anche un profondo conoscitore del territorio, è in grado di fare da cicerone ai tanti turisti di ogni parte del mondo che in questi anni sono saliti a bordo.

Al momento non si sa ancora quale sarà il destino della motonave, ma l’auspicio degli amanti del Po è che possa rimanere in zona, sempre sulle acque del Grande Fiume, con il quale è ormai arrivata a formare un unicum. In questi anni, infatti, la Stradivari ha rappresentato un simbolo inconfondibile non solo per il lido Po borettese, ma per tutto il tratto reggiano del Po: tantissimi gli eventi organizzati a bordo, tra degustazioni, eventi mondani ma anche meeting politici e incontri culturali, che ne hanno fatto una protagonista assoluta del territorio. Nei periodi di maggiore secca, la motonave è stata ormeggiata anche al porto di Viadana, dove il livello idrometrico era più alto rispetto alla riva borettese.