Focolaio al nido di Scandiano, a Reggio Emilia 4 morti e 173 positivi

REGGIO EMILIA. Quattro morti e 173 nuovi positivi, di cui 19 riscontrati in un nido d’infanzia di Scandiano. A perdere la vita a causa del Covid due donne, di 77 e 84 anni, e due uomini, di 63 e 92 anni, residenti ad Albinea, Casalgrande, Quattro Castella e Reggio Emilia.

Dei nuovi contagiati, 93 sono riconducibili a focolai già noti mentre per 80 (classificati come sporadici) sono in corso le indagini epidemiologiche. I sintomatici sono 99.


Al momento 172 sono in isolamento domiciliare, mentre una persona è stata ricoverata in ospedale, non in terapia intensiva. Questa la situazione nella nostra provincia: i positivi dall’inizio della pandemia salgono a quota 31.181; le persone in isolamento domiciliare sono 3.414; in terapia intensiva sono ricoverati 17 pazienti (uno in meno rispetto all’ultimo bollettino); in ospedale (compresi gli alberghi Covid) 172.

A livello dei singoli territori, spiccano i 19 nuovi contagiati di Scandiano. Fra questi, 13 sono piccolissimi iscritti alla sezione lattanti dell’asilo nido comunale “Leoni”, nel centro della cittadina. Il focolaio riguarda una singola sezione, da un bimbo il contagio si allargato rapidamente; l’intera sezione di quindici lattanti fra gli 11 e i 16 mesi di età è stata subito isolata, i bambini e le educatrici sono stati rapidamente sottoposti ai tamponi molecolari. Tredici bimbi su 15 sono risultati positivi, e lo stesso vale per un’educatrice.

Dalla prima allerta, tutti i protocolli previsti sono stati attivati e al momento il problema è confinato nella bolla. Nessun piccolo ospite per ora ha mostrato sintomi, tutti i positivi dovranno rimanere in isolamento almeno sino al 25 febbraio compreso.

A livello regionale i nuovi positivi sono 1.565, su un totale di 29.633 tamponi eseguiti. La percentuale dei nuovi positivi – tra cui 564 asintomatici – sul numero di tamponi fatti è del 5,3%. L’età media è 41 anni. Compresi i quattro morti nella nostra provincia, in Emilia-Romagna si sono registrati 27 decessi. Il totale dall’inizio della pandemia sale a quota 10.240. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA