Tragedia a Campegine, 45enne trovato morto in fondo a un canale

Il corpo senza vita di un 45enne rinvenuto sabato sera a Caprara. Ipotesi: incidente o morte per ipotermia

CAMPEGINE. Un uomo è stato trovato morto ieri sera in un canale a Caprara di Campegine. Mancano pochi minuti alle 21 quando al comando dei vigili del fuoco di Guastalla arriva una telefonata allarmata e allarmante: è un passante che racconta di avere appena visto il corpo di un uomo, immobile, in fondo a un canale a Caprara.

Tragedia a Campegine, 45enne trovato morto dentro un canale

I carabinieri si portano sul posto, all’altezza di via Marconi 38, come indicato con precisione dal passante. E in effetti un uomo dentro il canale c’è, e non si muove. A pochi metri di distanza, sull’erba, una bicicletta abbandonata.


Viene subito allertato il 118 che manda un’ambulanza. Sul posto anche i vigili del fuoco, per recuperare il corpo dell’uomo. Giunto sul posto, il personale sanitario non può purtroppo fare altro che constatare la morte dell’uomo. La causa più probabile del decesso pare essere l’assideramento ovvero l’ipotermia.

A quell’ora, in aperta campagna, la temperatura era scesa ben sotto lo zero e non si sa precisamente da quando tempo l’uomo fosse finito dentro il canale.

Ma, soprattutto, è tutto da capire come l’uomo che evidentemente si trovava in sella alla sua bicicletta sia finito dentro il canale.

Un’auto che l’ha urtato? Il terreno ghiacciato che gli ha giocato un brutto scherzo? Fatto sta che per l’uomo non c’è stato nulla da fare e ora toccherà ai carabinieri cercare di scoprire qualcosa di più sula dinamica di quanto è successo.

Una volta recuperato il corpo dell’uomo, si è anche risaliti alla sua identità. Grazie a un vicino di casa che è accorso sul posto sentendo che era accaduto qualcosa. La vittima è Abas Uddin, 45 anni, originario del Bangla Desh. E viveva a proprio a poche centinaia di metri dal luogo della tragedia.