Addio al dottor Dario Gaiti «Grande perdita per la città»

Era medico di base e responsabile della Diabetologia. Aveva 59 anni Il suo contributo per la verità sul delitto Pessina. Oggi l’ultimo saluto

CORREGGIO. Ha provocato profonda commozione a Correggio la prematura scomparsa del dottor Dario Gaiti, a 59 anni. Era medico di base e responsabile della Diabetologia dell’area nord della Bassa.

Stimato per la sua professionalità, a lui si deve anche il contributo decisivo nel 1991 a riportare finalmente dentro a una cornice di verità il delitto di don Pessina, avvenuto nel 1945, che costò a Germano Nicolini, il comandante partigiano Diavolo, una ingiusta condanna e la detenzione. Era stato lo stesso figlio di Nicolini, Fausto, grande amico di Gaiti proprio in occasione della scomparsa dell’anziano padre lo scorso ottobre a dedicare pubblicamente nelle interviste parole di profonda riconoscenza e stima verso Dario Gaiti, che era figlio di William Gaiti.


«Di persone coraggiose e oneste non è che ce ne siano tante: lui certamente può dire di appartenere a questa categoria» aveva dichiarato Fausto Nicolini alla Gazzetta.

La sindaca di Correggio, Ilenia Malavasi, ha dedicato parole di cordoglio per la perdita di Gaiti. «Con la scomparsa di Dario Gaiti, la nostra comunità perde una persona gentile, un medico scrupoloso e competente, uno stimato professionista che tanto si è speso nel proprio settore di competenza, la diabetologia, che anche grazie al suo impegno a Correggio rappresenta un’eccellenza – è il messaggio della prima cittadina di Correggio – Tra le altre cose, Dario aveva anche prestato servizio quale “medico competente” del Servizio Prevenzione e Protezione in materia di sicurezza sul lavoro per il Comune di Correggio, facendosi apprezzare da tutti i dipendenti per la professionalità e la cura nello svolgere il proprio ruolo. Tutti noi, la nostra città e l’intera sanità reggiana perdono un vero punto di riferimento. In questo momento di grande dolore, mi stringo in un abbraccio affettuoso a nome personale e di tutta l’amministrazione alla moglie Vanna e alla figlia Ilaria».

Il dottor Gaiti lascia la moglie Vanna Nicolini, la figlia Ilaria con Christian, i suoceri Romana e Luigi.

Il funerale si terrà oggi alle 15, partendo in auto dalla camera mortuaria dell’ospedale di Correggio, per il cimitero urbano.

La camera mortuaria è aperta dalle 9 alle 11. E dalle 14 fino al funerale.

La famiglia del medico rivolge un sentito ringraziamento al dottor Leonardo Manicardi, alla dottoressa Laura Sabetta, al Sid di Correggio, a tutto il personale el Reparto Day Hospital di Guastalla e del Core di Reggio Emilia. Chiede inoltre non fiori, ma eventuali offerte da devolvere al Servizio di Diabetologia dell’Ospedale di Correggio-Guastalla in memoria del dottor Dario Gaiti. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA