Coronavirus, in provincia di Reggio Emilia tre morti e cento nuovi contagiati

A perdere la vita due uomini di 82 e 88 anni e una donna di 83 anni residenti a Campegine, Fabbrico e Reggio

REGGIO EMILIA. Altri tre decessi, con il totale in provincia che sale a 1.059 morti dall’inizio della pandemia, e cento contagiati in più in 24 ore. Questa la sintesi del bollettino di Ausl e Regione sulla diffusione del Coronavirus, aggiornato alle 12 di oggi.

Partendo dalle vittime, a perdere la vita uccisi dal virus sono stati due uomini di 82 e 88 anni e una donna di 83 anni residenti a Campegine, Fabbrico e Reggio. Fra i nuovi positivi invece, 44 dei quali ricondotti a focolai già noti, 98 sono in isolamento domiciliare mentre due pazienti sono stati ricoverati in terapia non intensiva.

I malati gravi in Rianimazione Covid sono 17 – uno in meno rispetto a venerdì – mentre i guariti salgono a quota 26.621: 534 senza più sintomi ma ancora contagiosi e 26.087 con doppio tampone negativo.

In Emilia-Romagna invece sono 1.488 in più i positivi su un totale di 29.053 tamponi: la percentuale dei contagi è quindi del 5,1 per cento, con un’età media di 42,6 anni. Purtroppo si registrano altri 36 decessi fra gli emiliano-romagnoli, mentre le persone complessivamente guarite sono 2.880 in più e raggiungono così quota 185.756 dall’inizio della pandemia.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 38.578 (1.428 in meno). Fra questi le persone in isolamento a casa sono complessivamente 36.518 (1.427 in meno), il 94,6 per cento del totale, mentre i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 171 (4 in meno), e 1.889 quelli negli altri reparti Covid (3 in più).