Vende due poltrone in internet ma si trova il conto svuotato

Reggio Emilia, è successo a un 42enne reggiano finito nella trappola di un 56enne di Treviso. L'uomo è stato individuato dai carabinieri e denunciato

REGGIO EMILIA. Ha pubblicato un'inserzione sul web per vendere a 450 euro due poltrone ma anziché ricevere i soldi si è ritrovato con 1.304 euro in meno sul conto.

È successo a un 42enne reggiano, che dopo aver pubblicato l'inserzione di vendita è stato contattato da un sedicente acquirente da cui alla fine è stato truffato.

Il cliente si è mostrato subito molto interessato all'acquisto e, dopo aver chiesto e ottenuto uno sconto di 50 euro, si è detto disponibile a effettuare immediatamente il pagamento. Come? Con una ricarica del conto attraverso l'utilizzo di una postazione Atm.

Il 42enne si è quindi recato allo sportello e ha seguito le indicazioni fornite dall'acquirente dall'altro capo del telefono, arrivando a inserire un codice da lui dettato. Al termine dell'operazione, però, anziché trovarsi sul conto i 450 euro stabiliti, se l'è trovato alleggerito di 1.304 euro. Contattare il cliente, a quel punto, è stato impossibile: il cellulare non è mai più stato raggiungibile.

Il 42enne si è immediatamente recato alla caserma dei carabinieri di via Adua, denunciando quanto accaduto. Dopo una serie di riscontri, i militari sono risaliti al cliente: un 56enne di Treviso che è stato denunciato per truffa.