Quattro Castella, perseguita la cognata nonostante sia ai domiciliari: arrestato

L'uomo, tossicodipendente, era già finito nei guai quando aggredì i suoceri per avere i soldi per la droga

QUATTRO CASTELLA. Nonostante i domiciliari e il divieto di comunicare verso l'esterno ha continuato a perseguitare una donna, sua cognata. Per questo motivo un 47enne reggiano è finito in carcere, con provvedimento del Gip eseguito dai carabinieri di Quattro Castella.

Da parte sua sono arrivate telefonate e messaggi di minacce, come «ti faccio pestare da persone che conosco», «ti faccio del male a te e a chi sti sta vicino». E in una sorta di "sexy vendetta" ha inviato per posta elettronica una foto che ritraeva la donna in abbigliamento intimo al compagno della vittima e anche sul posto di lavoro.

Oltre allo stalking, gli viene contestata anche la violazione della misura cautelare. Ad agosto l'uomo era stato arrestato proprio per le condotte persecutorie nei confronti della cognata, da lui ritenuta responsabile di essere intervenuta a difesa dei suoceri che aveva aggredito verbalmente e fisicamente quando si sono rifiutati di dargli i soldi per acquistare droga.