Allerta rossa per i fiumi L’Enza sorvegliato speciale

REGGIO EMILIA. Fiumi e torrenti sorvegliati speciali. L’allerta rossa per rischio idraulico è stata diramata ieri dall’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile dell’Emilia-Romagna sulla base dei dati previsionali di Arpae che parlano di piogge e, anche, di parziale scioglimento del manto nevoso che si è accumulato nelle scorse settimane nella nostra montagna.

Le preoccupazioni maggiori riguardano l’asta del fiume Enza da Montecchio fino a Brescello con particolare attenzione al ponte di Sorbolo. I comuni in zona rossa (quasi tutti reggiani: Bagnolo, Bibbiano, Cadelbosco Sopra, Campagnola, Campegine, Castelnovo Sotto, Cavriago, Correggio, Fabbrico, Gattatico, Montecchio, Montechiarugolo, Novellara, Reggio Emilia, Reggiolo, Rio Saliceto, Rolo, San Martino in Rio, Sant’Ilario, Boretto, Brescello, Gualtieri, Guastalla, Luzzara, Poviglio, Sorbolo Mezzani) hanno attivato i Coc, i centri operativi comunali per la gestione delle emergenze di questo tipo, che sono coordinati dalla Protezione Civile. Il livello al ponte di Sorbolo (nel parmense), fino alle prime ore del pomeriggio di ieri è rimasto al di sotto dei limiti di allerta ma in costante crescita.


Sempre ieri pomeriggio l’Enza ha iniziato a uscire dall’alveo andando a occupare le golene. Alle 18.30 in località San Pantaleone di Gattatico, l’acqua ha raggiunto l’argine per una altezza di circa 20-40 centimetri.

In corso un attento monitoraggio anche lungo il Secchia. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA