Cantiere in viale Resistenza per le nuove condotte idriche

Il cantiere in viale Resistenza Rubiera

Rubiera, saranno completate a maggio con una spesa complessiva di 400mila euro. Modifiche alla viabilità e ai percorsi dei bus. L’obiettivo è eliminare guasti e perdite

RUBIERA. Una nuova conduttura per l’acquedotto, per risolvere gli annosi problemi di perdite idriche nelle case e nelle strade. Prende il via oggi il cantiere per la realizzazione di una nuova condotta dell’acquedotto in viale Resistenza, la lunga strada che dal centro del paese porta verso l’area a sud della via Emilia, verso le aree industriali, il quartiere Ex Tetra Pak e verso Salvaterra e la zona ceramiche. I lavori sono curati da Ireti, il ramo di Iren che cura le forniture, e sono stati programmati per porre fine a disagi ormai prolungati, ai guasti alle vecchie condutture che periodicamente portano a perdite massicce di acqua. Le segnalazioni per allagamenti di vie e spazi verdi sono state numerose, e in tutte queste occasioni si è verificata anche l’interruzione del flusso d’acqua alle utenze casalinghe, interi quartieri sono rimasti improvvisamente con i rubinetti asciutti, anche in periodi dell’anno non semplici, come in estate.

La posa richiede una spesa di circa 400mila euro complessivi e la presenza di cantieri itineranti lungo il tracciato dei tubi, almeno sino a maggio, seguendo il percorso di via della Resistenza. La strada è molto trafficata e saranno necessarie chiusure progressive parziali, con eventuali deviazioni del traffico e istituzioni di sensi unici seguendo la direttrice sud-nord, dalla campagna sino alla via Emilia. Martedì 19 gennaio le ruspe inizieranno a operare all’altezza del ponte Mucchi, il ponte sul Tresinaro a sud. Il primo tratto interessato è quello che dal passaggio sul torrente porta sino alla rotonda di viale Aldo Moro. Si potrà procedere solo con velocità massima di 30 chilometri orari, in attesa dei provvedimenti specifici per ogni singola porzione.


Le modifiche toccheranno anche i trasporti pubblici, in questa fase verrà momentaneamente cancellata la fermata del bus di viale Resistenza davanti alla trattoria Da Massimo – gli utenti abituali sono invitati a raggiungere la successiva fermata in direzione Reggio – quella di viale XXV Aprile-viale Emilia Ovest. Proprio viale XXV Aprile è il modello per il cantiere, visto che anche lì negli anni scorsi la vecchia conduttura aveva avuto diversi problemi, con perdite, intasamenti e case e negozi ritrovatisi all’improvviso senza acqua.

L’intervento dovrebbe trasformare i disagi in un ricordo nel giro di alcuni mesi: la tabella di marcia prevede la conclusione del cantiere, con rifacimento dell’asfalto e tutti i collaudi conclusi, entro maggio, così da poter affrontare la stagione calda – quella in cui lo spreco d’acqua è davvero nocivo – in maniera più tranquilla.