Nuove sedi per i carabinieri e per la Protezione civile

Per quest’ultima è già pronto il progetto esecutivo. Costerà 352mila euro Uffici e mezzi saranno in un unico luogo, vicino alla Croce Verde e al parcheggio

ALBINEA. Si lavora per un nuovo Coc (centro operativo comunale) per la Protezione civile di Albinea. L’obiettivo è arrivare a creare entro i prossimi due anni una sede in cui accorpare uffici, magazzini e parcheggi coperti per i mezzi usati dai volontari della Protezione civile albinetana, specializzati fra l’altro in interventi con unità cinofile. Il Comune ha già ultimato il progetto esecutivo, che ora dovrà essere approvato all’interno del bilancio di previsione 2021-2023.

Il costo previsto è di 352mila euro, divisi fra 125mila forniti da un contributo regionale e 227mila euro coperti da fondi comunali. Il centro operativo verrà edificato in via Grandi, a poca distanza dalla farmacia comunale e dalla sede locale della Croce Verde di Reggio, creando così un piccolo polo tematico.


«La struttura condividerà con queste due realtà il piazzale esterno esistente e si allineerà ai fabbricati esistenti, attestandosi al limite del comparto e andando a completare l’area verde residua senza intaccare il paesaggio e i prati adiacenti – spiega il vicesindaco con delega ai Lavori pubblici Mauro Nasi –. Il tutto sfruttando le dotazioni e i servizi già esistenti. Si accederà all’area direttamente da via Grandi, attraversando il parcheggio pubblico esistente e sfruttando l’urbanizzazione già realizzata a servizio della Croce Verde».

Sarà un modo per accorpare in un unico luogo gli spazi della protezione civile, oggi sparpagliati in vari punti. Per ora i volontari possono contare su un ufficio in condivisione con la scuola di musica al secondo piano del Circolo albinetano in via Caduti per la libertà, e su un magazzino interrato nella scuola elementare Pezzani in via Giotto; si tratta dell’ex ricovero mezzi della polizia municipale, oggi usato per attrezzature e veicoli dell’associazione, fra cui un fuoristrada pick-up, un piccolo camion Iveco Daily 4X4 e un camper allestito come sala radiomobile. Inoltre, la Protezione cura un proprio centro di addestramento cani vicino al campo sportivo “Il Poggio”, in cui si trova anche una capannina prefabbricata usata per gli strumenti del gruppo cinofilo. Il nuovo progetto prevede la realizzazione di un edificio su un unico piano, allineato con gli altri fabbricati esistenti e con una copertura piana dove saranno installati dei pannelli fotovoltaici.

La vicinanza al grande parcheggio di via Grandi permetterà un accesso semplice anche a piedi, oltre che con i mezzi che potranno essere sistemati pure nei grandi portici previsti, oltre che nel garage vero e proprio. Sono stati scelti, precisa sempre Nasi, colori, materiali e impianti che siano “armonici” rispetto alle strutture già presenti, come la sede della Croce Verde. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA