Cordoglio per la morte di “Pipe”, il custode degli impianti sportivi

Domenico Piperissa aveva 78 anni ed era una presenza fissa per gli atleti di Montecavolo e del paese

QUATTRO CASTELLA. Salvarano dice addio a “Pipe”, custode generoso e cordiale. Sabato è morto il 78enne Domenico Piperissa, da metà anni ’80 presenza fissa per gli sportivi di Montecavolo e Quattro Castella.

Era impegnato nella manutenzione degli impianti di Salvarano, fra i più utilizzati della zona, soprattutto per le attività giovanili. Abitava a Salvarano con la moglie Gianna; lascia anche la figlia Katia, oltre a tantissimi amici. Il funerale si svolgerà oggi in forma ristretta a causa dei vincoli sanitari.

Alle 15 alle camere ardenti del Santa Maria Nuova si terrà una breve funzione, poi la salma sarà portata al cimitero di Coviolo per la cremazione. Uno dei primi omaggi arriva dalla Polisportiva Terre Matildiche, nata dalla fusione di diverse realtà della zona: «Domenico è stata una colonna della polisportiva ricoprendo tantissimi ruoli: autista, volontario e soprattutto custode del nostro impianto di Salvarano, che curava con passione per far trovare sempre tutto perfetto ai bimbi. Ciao Pipe, grazie di tutto», scrivono i dirigenti. Domenico era particolarmente legato a Giovanni Davalli, una delle colonne dello sport di Montecavolo e Salvarano, che racconta: «Lui lavorava da Ferrarini, gli chiedemmo una mano negli anni ’80 e da allora è sempre rimasto con noi, gentilissimo. Da quando era in pensione, era sempre presente al campo, non diceva mai di no, anche se lo chiamavano tante volte per questioni diverse. Nell’ultimo anno, benché malato, cercava sempre di dare una mano. Era una bella persona». —



© RIPRODUZIONE RISERVATA