Si propone come consulente a un ristoratore e sparisce con 8mila euro, denunciato

Nei guai anche la moglie. All'esercente avevano millantato conoscenze tra gli chef stellati

FABBRICO. Alla ricerca di un cuoco da impiegare nella sua nuova attività di ristorazione ha pubblicato un’inserzione su un sito di annunci incappando in un truffatore. Quest’ultimo millantando conoscenze di chef stellati si è proposto per fornire pretestuose consulenze e acquisto di materiale per l’attività di ristorazione. In questo modo ha ottenuto dal malcapitato ristoratore oltre 8.000 euro che ha incassato senza fornire le consulenze promesse né tantomeno consegnare il materiale che aveva proposto per la vendita. 
 
Per questo motivo i carabinieri della stazione di Fabbrico a cui la vittima, un 30enne del paese si è rivolto, con l’accusa di truffa hanno denunciato un 40enne napoletano che non è nuovo a tali tipi di raggiri: ha infatti diversi precedenti di polizia specifici. 
 
Nei guai è finita anche la moglie del truffatore, una 36enne abitante nel napoletano, la quale ha spalleggiato il coniuge sostenendo, quando questi era cercato dalla vittima, dell’impossibilità del congiunto di aderire alla richiesta prima perché aveva contrato il Covid poi perché era stato arrestato. La donna è stata quindi a sua volta denunciata per concorso in truffa. 
 
Tutto ha avuto inizio all’indomani della pubblicazione dell’inserzione da parte del ristoratore. È stato contattato dal 40enne che si è detto interessato all’annuncio raggiungendo la vittima nel reggiano per il colloquio. Durante la visita al ristorante il 40enne, millantando conoscenze nell’ambito di importanti chef stellati, ha prospettato al ristoratore la possibilità di ottenere consulenze e materiale da acquistare per la mise en place.
 
Entusiasta per le idee il ristoratore ha aderito a quanto prospettato dal 40enne versando allo stesso oltre 8.000 euro corrispondenti ai costi delle consulenze e acquisto materiale. Ma poi il 40enne è sparito nel nulla. La stessa moglie del truffatore lo spalleggiava. Alla fine il ristoratore di è rivolto ai carabinieri.