Spogliatoi e infermeria nuovi nella piscina comunale

I vecchi spogliatoi della piscina comunale che saranno completamente rifatti

Bagnolo, via libera della giunta al secondo lotto di lavori per l’impianto di via XX Settembre. Il Comune investe 128mila euro. Paoli: «Verso un bando di gestione decennale»

BAGNOLO. Via libera della giunta Paoli al progetto esecutivo per la riqualificazione dell’area spogliatoi, servizi e impianti della piscina comunale in via XX Settembre. L’investimento complessivo sarà di poco più di 128mila euro, stanziati direttamente dal Comune. Si tratta del secondo lotto di interventi per la ristrutturazione dell’impianto, realizzato negli anni Settanta, rimasto chiuso durante la scorsa estate, tra mille polemiche. Il primo, concluso in luglio 2020, ha riguardato (per una somma complessiva di oltre 400mila euro, in buona parte ottenuti grazie a un bando regionale), la ristrutturazione della vasca, delle aree esterne di pertinenza, dell’impianto di riciclo dell’acqua e delle aree ingresso e bar.

«La scorsa amministrazione – spiega il sindaco Gianluca Paoli – con una decisione a mio parere discutibile, ha lasciato fuori dal progetto di riqualificazione della piscina l’area degli spogliatoi. Siccome la nostra volontà è quella, entro il primo maggio di quest’anno, attraverso un bando decennale, di affidare la gestione della piscina e dei vicini campi da tennis (che, tra l’altro, hanno gli spogliatoi in comune) a un gestore, abbiamo ritenuto fosse più corretto mettere a disposizione impianti ristrutturati e a norma, e abbiamo quindi approvato il progetto definitivo per procedere con l’affidamento dei lavori».

L'interno degli spogliatoi anni Settanta della piscina comunale


Il progetto prevede la completa demolizione degli spogliatoi e la ricostruzione ex novo, con la realizzazione di 46 posti, divisi tra uomini e donne, con cinque nuovi bagni e 12 docce. Inoltre, verrà realizzata una nuova rete di scarichi interni ed è previsto il rifacimento dei sanitari, dei pavimenti e dei rivestimenti, degli infissi e delle partizioni interne nell’edificio dei servizi. Verrà inoltre rifatta la zona dell’infermeria, anche quella rimasta esclusa dal primo lotto di lavori. Verranno rifatti anche gli impianti elettrici, ma solo per quanto concerne l’area degli spogliatoi.



«Il nostro obiettivo – conclude Paoli – è quello di costruire un bando che non vada deserto e che, per questo, dovrà essere interessante e conveniente, ma soprattutto con una gestione che garantisca assoluta professionalità». Gli uffici tecnici comunali, quando la seconda tranche di interventi verrà affidata, si metteranno all’opera per stendere il bando. Campi da tennis (peraltro in funzione e gestiti temporaneamente dall’associazione Zucca Gialla) e piscina dovranno essere pronti per l’affidamento entro la primavera. I lavori di riqualificazione, quindi, dovranno marciare a passo spedito.