Kessel e Cuariegh senza eventi raccolgono fondi per chi ha bisogno

Lo stop alle attività non ferma la voglia di aiutare gli altri dei giovani: 3mila euro donati alle famiglie

CAVRIAGO. Quest’anno le festività sono state davvero strane. Per via del Coronavirus tutti sono stati costretti a rivedere le proprie abitudini. Ma, il vecchio detto che a Natale si è tutti più buoni, è rimasto valido. Per lo meno a Cavriago. Grazie a una idea venuta a una cittadina, condivisa con il Comune e sostenuta dai ragazzi del circolo Kessel e dell’associazione Cuariegh on the Road, si è svolta l’iniziativa “Un Natale buono”.

Come spiega Nicolò Fantini del Kessel: «Attraverso una donazione libera, i cittadini potevano esprimere la propria solidarietà verso le persone della comunità colpite dalla crisi economica o dall’emergenza sanitaria. La raccolta è iniziata il13 dicembre ed è proseguita fino al 3 gennaio. Numerosi sono stati i cittadini che hanno aderito all’iniziativa, che si è conclusa con un ricavo di ben 3mila euro».


Una parte delle offerte, sotto forma di buoni spesa, è stata donata il 23 dicembre a sei famiglie individuate dai servizi sociali del Comune. Un’altra quota del ricavato sarà devoluta, con le stesse modalità, ad altri 11 nuclei familiari di Cavriago nei prossimi giorni. La restante parte sarà destinata a sostenere una terza tranche di donazioni, distanziata nel tempo, per garantire una copertura sul lungo termine.

I ragazzi del Kessel hanno deciso di sposare questa idea in un momento in cui la pandemia ha fortemente compromesso le loro attività. «Nei primi giorni di dicembre, a seguito del persistere dell’emergenza sanitaria – prosegue Fantini – ci siamo chiesti quali potessero essere le strade per continuare a dimostrare vicinanza alla nostra comunità. Da febbraio scorso, infatti, le attività del Circolo Kessel e dell’associazione giovani Cuariegh on the Road, si sono dovute fermare. Parallelamente a una cittadina è venuta una bella idea che abbiamo deciso di sostenere come associazioni di promozione sociale. Ha proposto all’assessora alla comunità solidale Antonia Sandrolini una raccolta fondi a favore delle famiglie più bisognose di Cavriago».

Il progetto è stato portato avanti dai ragazzi che hanno fatto un grosso tam tam sui social e ha ottenuto il patrocinio del Comune. Al riguardo la sindaca Francesca Bedogni ha sottolineato la propria riconoscenza: «Sono profondamente grata agli organizzatori di questa iniziativa, così come a tutti i cavriaghesi che hanno voluto fare la propria offerta. In un momento non facile Cavriago ancora una volta ha dimostrato di saper essere comunità».

«Siamo veramente orgogliosi e grati di appartenere a una comunità che non si tira mai indietro nei momenti in cui è necessario esprimere solidarietà – affermano i ragazzi delle due associazioni – anche attraverso gesti concreti. Raccogliere una cifra così importante in meno di un mese dimostra che la popolazione di Cavriago è sempre attenta a non lasciare nessuno indietro. Ai cittadini, alle cittadine ed alle organizzazioni che hanno aderito all’iniziativa va il nostro caloroso grazie». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA