Scalata della Fiom alla Smeg con nove rappresentanti su 12

Riconfermati i sette delegati uscenti. A Fera e Fiaccadori la Sicurezza

 

GUASTALLA. La Fiom Cgil rafforza la propria rappresentanza alla Smeg di Guastalla nel rinnovo delle elezioni Rsu che si è svolto a metà dicembre, passando da sette a nove candidati eletti, mentre la Fim Cisl scende da cinque a tre eletti. In provincia la Smeg è l’azienda più importante del cosiddetto “settore bianco”, cioè quello dell’elettrodomestico, ed è un marchio di spicco nel mondo sinonimo di stile e qualità.

Proprio di questi giorni è la notizia, rimbalzata sui media, di un possibile interessamento all’acquisizione dello stabilimento Whirpool di Napoli, al centro di una complessa vertenza che ha visto i lavoratori coinvolti in una lunga lotta per la difesa dell’occupazione. «Questo risultato elettorale è un riconoscimento da parte dei lavoratori dell’impegno e dell’intensa attività sindacale che hanno svolto i delegati della Fiom insieme all’organizzazione negli ultimi tre anni – sottolinea Valdis Righi, funzionario Fiom – sia nel campo contrattuale sia nel campo della sicurezza, in particolare in questi mesi segnati dalla pandemia e durante il lockdown».


Le elezioni dei nuovi delegati sindacali si sono svolte nella settimana tra il 14 e il 18 dicembre scorso nel rispetto delle norme anti-Covid . I risultati però sono stati ufficializzati solo in questi giorni a causa della richiesta di riconteggio delle schede proposta dalla Fim Cisl Emilia Centrale. Il riconteggio di tutte le schede ha riconfermato l’esito del voto e l’affermazione della lista Fiom che peraltro, al secondo conteggio, ha visto aumentare i voti. Il risultato certificato dalla commissione elettorale vede quindi la Fiom Cgil confermarsi come primo sindacato nella rappresentanza aziendale con 280 voti sui 391 voti validi, passando dal 57% al 71,6% dei voti validi, mentre la Fim Cisl si è fermata a 111 voti, passando dal 43% al 28,4%. Questi numeri permettono alla Fiom di eleggere 9 delegati su 12, mentre alla Fim vanno i restanti tre delegati. La Fiom inoltre si aggiudica due rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (Rls) su tre. «Significativo anche il fatto che i nostri candidati Rsu e Rls Salvatore Fera e Claudio Fiaccadori, siano stati anche i più votati individualmente : 83 preferenze come Rsu e 125 come Rls per Fera, 68 preferenze come Rsu e 94 come Rls per Fiaccadori – conclude Righi – Il risultato è comunque merito di tutta la squadra dei sette delegati uscenti, che infatti sono stati tutti riconfermati. Ora ci è stata affidata una responsabilità ancora maggiore che contiamo di onorare mantenendo e rafforzando anche il nostro impegno».

La Fiom di Reggio Emilia ringrazia tutti i candidati, di tutte le organizzazioni, che si sono presentati perché dimostrano che in fabbrica c’è domanda di sindacato e di partecipazione. —


© RIPRODUZIONE RISERVATA