Cercansi volontari per portare a spasso i cani di chi è in quarantena

Il progetto del Comune ha già avuto un boom di adesioni. Bonvicini: «In aiuto alle famiglie che non possono uscire»



REGGIO EMILIA. Oltre all’aspetto sanitario, e psicologico, a pesare nelle famiglie quando ci si trova a fronteggiare un caso di Covid sono anche problemi di mera gestione degli equilibri di casa. Che, in molti casi, coinvolgono anche gli animali domestici. Pensiamo a chi è in quarantena, o peggio ammalato, quindi impossibilitato spesso con tutta la famiglia a portare fuori il cane, gestire le sue necessità, portarlo dal veterinario e tanto altro. Per questo, il Comune di Reggio si è fatto carico di lanciare un appello: la ricerca di volontari che possano venire in aiuto a queste situazioni.


A muoversi sono stati l’assessore a Volontariato e partecipazione, Lanfranco De Franco, e l’assessore ad Ambiente e Benessere animale Carlotta Bonvicini. Se c’è una buona notizia in questo periodo fatto di nuove emergenze e necessità, è che l’appello a poche ore dalla pubblicazione – via social – ha registrato un boom di adesioni arrivate all’ufficio R+ del Comune di Reggio. «Già dal primo lockdown avevamo segnalazioni a cui abbiamo cercato di far fronte con i nostri uffici creando un contatto di posta, ma c’eravamo prevalentemente appoggiati ai volontari delle varie associazioni – spiega l’assessore Carlotta Bonvicini – Stavolta, dopo aver ricevuto una specifica segnalazione di una signora che ha tutta la famiglia in quarantena per l’accudimento del cane, abbiamo provato a fare una call specifica lanciando la richiesta di volontari sui social». «L’Ufficio R+, che è lo strumento del Comune con cui cerca volontari, si è attivato per questo progetto – prosegue l’assessore De Franco – È già andata molto bene: in un giorno sono arrivate 20 offerte di volontari che si sono messi a disposizione».

Il servizio verrà gestito da Enpa, che intanto farà un colloquio ai volontari per capirne attitudine ed esperienza in modo da poterli indirizzare sui casi specifici. «Il Comune fornirà le mascherine e i sacchettini per la raccolta delle deiezioni. Adesso la richiesta specifica riguarda proprio la necessità di portare fuori i cani» conclude Bonvicini.

Per candidarsi:https://forms.comune.re.it/diventa-volontario/

© RIPRODUZIONE RISERVATA