«Grazie suor Elsa e suor Fedele per il vostro aiuto prezioso»

La lettera di saluto inviata dalle maestre della scuola Recordati alle Mantellate che lasceranno la città per sempre. Il 6 gennaio una messa per loro in San Quirino

CORREGGIO. Prima allieve, ora maestre nella stessa scuola d’infanzia, la Recordati di via Conte Ippolito. Dopo una sessantina di anni di onorata e attenta attività, la scuola dovrà dire addio alle suore Mantellate serve di Maria, decimate dalla crisi delle vocazioni, diventate troppo poche per continuare a svolgere il servizio. E così le maestre Stefania ed Elena, assieme a tutto il resto del personale, hanno pensato di salutare suor Fedele e suor Elsa, le uniche due sorelle rimaste nella casa di via Conte Ippolito, con una lettera aperta.

«Era nel secolo scorso – scrivono le maestre, che hanno iniziato il loro percorso di studi proprio nell’asilo gestito dalle suore – quando a tre anni, per la prima volta, abbiamo varcato la soglia di questa scuola, e da allora non l’abbiamo mai più lasciata. Già dalla sua nascita negli anni Cinquanta si è distinta come scuola innovativa, sia negli spazi che nell’organizzazione didattica, e la presenza delle suore Mantellate ha creato un profondo legame con la fede cristiana. Chi della nostra generazione non ricorda il sorriso di suor Serafina, le sgridate di suor Emerenziana, i piatti squisiti che ci preparava suor Olga. Chi non ricorda il mercatino della frutta, i giochi in giardino con il trenino di cemento e le panchine colorate. Questi ricordi riaffiorano nella memoria e ci fanno capire l’importanza della presenza delle suore Mantellate nella nostra scuola e nella comunità. Oggi, da adulte e da insegnanti orgogliose di questa scuola, vogliamo salutare queste figure importanti che dopo tanti anni di servizio lasciano Correggio. Grazie suor Fedele e suor Elsa per l’importante supporto nell’organizzazione scolastica quotidiana, per i preziosi consigli e le vostre preghiere. Grazie a tutte le suore che abbiamo incontrato nel nostro cammino da insegnanti, a partire da suor Marcellina per arrivare a suor Clorinda, che ci ha lasciato giusto lo scorso anno e ricordiamo con particolare affetto».


Un saluto ufficiale alle suore della Recordati verrà dato il 6 gennaio prossimo, il giorno prima delle partenza definitiva delle sorelle, che dovranno far ritorno in una delle case dell’Ordine a Milano, Livorno, Mestre o a Trebbio, sulle montagne pistoiesi, dove nel 1800 è stata fondata la casa madre della congregazione.

Con una messa in San Quirino alle 10, alla quale parteciperà il personale della scuola, don Sergio Pellati, parroco e responsabile della scuola, ricorderà l’operato delle suore che a Correggio sono arrivata subito prima delle seconda guerra mondiale per portare la loro opera in ospedale prima e nella scuola poi. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA