È morta a 94 anni Laura, l’ultima staffetta partigiana

Laurio Galimberti, staffetta partigiana

Luzzara, Galimberti viveva a Villarotta e in gioventù aveva fatto parte della della 77esima Brigata Sap  fratelli Manfredi. Il ricordo del presidente Anpi Fiaccadori 

LUZZARA. Nella giornata di ieri è morta a 94 anni, a Villarotta di Luzzara, Laura Galimberti, nata nel settembre del 1926, staffetta partigiana della 77esima Brigata Sap fratelli Manfredi che aveva operato nella zona di Luzzara, Guastalla e Reggiolo. Laura si è spenta nella sua abitazione.«La sua giovane età – ricorda Ermete Fiaccadori Presidente Anpi provinciale di Reggio Emilia – le permise di agire senza essere scoperta anche in occasione di azioni molto pericolose. In una delle sue missioni incappò in un posto di blocco che controllava tutti i passanti. Colta di sorpresa, perché i soldati tedeschi erano piazzati in un’area poco visibile, non riuscì ad evitarli e li affrontò con grande naturalezza, mostrando loro una camicetta da donna estratta dalla borsa ed esponendola come un suo lavoro di sarta di cui magnificava i particolari. Vista la sua insistenza la liquidarono facendola passare indenne malgrado che nella borsa celasse una pistola per i partigiani.

Un comportamento distaccato riuscì a conservare anche nel lungo periodo in cui un drappello di tedeschi alloggiò nella sua casa in cui viveva con la madre e i nonni. Questa voluta la disinvoltura le evitò ogni sospetto consentendole di continuare a svolgere la sua preziosa attività di staffetta.Laura aveva il giusto l’orgoglio di essere stata una staffetta della 77esima Brigata Sap che conservò fino alla fine dei suoi giorni.L’Anpi provinciale e l’associazione di Luzzara «la ricordano – scrivono in una nota – con immensa gratitudine ed affetto».