Minorenne con il kit del perfetto spacciatore nella cameretta

Lui e un altro coetaneo segnalati al tribunale dei minori di Bologna. I carabinieri ritengono di avere stroncato un giro di spaccio tra ragazzini

BAGNOLO. Una ventina di dosi, tra hashish, marijuana e semi di marijuana, per oltre 140 grammi complessivi, oltre ad un bilancino di precisione e l’occorrente per il confezionamento: il kit del perfetto spacciatore è stato trovato dai carabinieri nella camera da letto di un minorenne, che, secondo i carabinieri, avrebbe messo in piedi, con la complicità di un altro minorenne, un vero e proprio giro di spaccio tra i coetanei.
 
Al giovane i militari dell’Arma sono arrivati in seguito a un mirato servizio di controllo effettuato all’esterno di un istituto scolastico, con la collaborazione della polizia locale Unione Terre di mezzo.
I due giovani ora sono stati segnalati alla procura presso il tribunale dei minori di Bologna. I carabinieri ora ritengono di avere messo fine a un giro di spaccio tra minori. 
 
Lo specifico servizio volto a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nelle scuole era avvenuto un paio di settimane fa. In quell’occasione i carabinieri di Bagnolo avevano proceduto al controllo di un gruppo di giovani che si aggiravano nei pressi della scuola con fare sospetto. 
 
Dal controllo è spuntata una prima dose di hashish che uno dei minori aveva occultato nel suo marsupio. La successiva ricostruzione della rete relazionale del giovane ha indotto gli uomini dell’Arma a effettuare una perquisizione nell’abitazione di un altro minore, ritenuto essere il fornitore. 
 
I sospetti di carabinieri si sono concretizzati nel momento in cui nella camera del giovane sono state ritrovate una ventina di dosi, tra hashish, marijuana e semi di marijuana, per oltre 140 grammi complessivi, oltre ad un bilancino di precisione e l’occorrente per il confezionamento. 
 
Gli sviluppi investigativi hanno inoltre dimostrato come il minore avesse avviato l’attività di spaccio insieme a un altro coetaneo, anche lui identificato. Conclusi tutti gli accertamenti e raccolte diverse testimonianze che hanno confermato l’attività di spaccio, i due giovani sono stati segnalati alla procura della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Bologna, dinanzi alla quale dovranno ora rispondere dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.