Incastrato il molestatore del Parco urbano, è un 46enne ora denunciato

Aveva molestato una bimba e alcune minorenni, il numero della targa e gli indumenti indossati dall'uomo elementi chiave delle indagini

CORREGGIO. Si trovava in un parco del comune di Correggio quando ha cercato di adescare una bambina che si trovava distanziata dalla madre. L’ha invitata a seguirlo toccandosi le parti intime per poi al diniego mostrarle i genitali. La piccola in lacrime è corsa dalla madre poco distante raccontando l'accaduto mentre il molestatore si allontanava. 
 
Tre adolescenti hanno raggiunto la donna raccontando di aver visto l'accaduto e precisando che lo stesso signore poco prima aveva avuto nei loro confronti le stesse morbose attenzioni, guardandole da distanza e toccandosi le parti intime. 
I carabinieri della stazione di Correggio, a cui la mamma della piccola ha formalizzato la denuncia, grazie ad alcune testimonianze e le immagini di videosorveglianza del parco sono riusciti a identificare l’autore di tali deplorevoli comportamenti. 
 
Con le accuse di corruzione di minorenne e atti osceni aggravati in quanto compiuti in luoghi frequentati da minori i militari dell’Arma hanno denunciato un 46enne reggiano. 
A seguito della perquisizione domiciliare, avvenuta questa mattina, all’uomo sono stati sequestrati gli indumenti indossati al parco durante l'adescamento seguito dalla squallida esibizione. Le indagini hanno rivelato che l’uomo, precedentemente all’adescamento della piccola, aveva rivolto le sue attenzioni morbose a tre adolescenti che aveva guardato insistentemente toccandosi le parti intime. 
 
I fatti sono accaduti a fini novembre nel parco urbano do Correggio. A incastrare l’uomo il numero di targa che i presenti sono riusciti a memorizzare. L’auto usata dall’uomo è risultata non intestata a lui, ma ugualmente ha portato gli investigatori sulle sue tracce.