Il piccolo Giacomo ha avuto fretta: è nato il primogenito della sindaca di Brescello

Il lieto evento ieri alle 12.59 all’ospedale di Parma. Alla Benassi e al marito gli auguri di tutto il paese

Brescello. Solo tre giorni fa aveva presenziato, battagliera, alla prima udienza in tribunale a Reggio Emilia per il processo che dovrà accertare eventuali responsabilità per l’esondazione dell’Enza a Lentigione, il 12 dicembre 2017. Giusto il tempo di rientrare a casa e confrontarsi con la giunta sulle ultime novità relative alla gestione dell’amministrazione comunale. Poi il piccolo Giacomo ha iniziato a farsi sentire.

Con qualche giorno di anticipo sulla tabella di marcia (lunedì 21 dicembre il termine previsto), ieri la sindaca di Brescello, Elena Benassi, ha dato alla luce il suo primogenito, all’ospedale Maggiore di Parma.


Il lieto evento si è verificato nella tarda mattinata, alle 12.59, dopo che la prima cittadina brescellese si era presentata all’ospedale solo qualche ora prima.

Il neonato è in ottime condizioni e, al momento della nascita, pesava 3 chili e 850 grammi, per 51 centimetri di lunghezza. Anche la mamma, pur provata dalla fatica, sta bene ed è riuscita anche a concedersi qualche attimo di riposo.

Al suo fianco, il marito Alessandro Milioli, che ha assistito al parto (le norme anti-Covid prevedono che il futuro padre non possa essere presente durante gli esami preparto, ma soltanto all’atto della nascita) ed è rimasto a lungo al fianco della moglie per godersi, con emozione, le primissime ore del nuovo arrivato.

La notizia dell’arrivo di Giacomo si è sparsa con grande rapidità in tutto il paese, e non solo, nelle varie chat dei cittadini e delle associazioni, che l’hanno fatta rimbalzare per tutta la giornata. Tantissimi, ovviamente, i messaggi di felicitazioni giunti alla coppia, sia dal mondo istituzionale che da amici e conoscenti, così come forte è stata l’emozione da parte dei nonni del bimbo.

Ora la Benassi è attesa da un meritato congedo, ma conta di tornare presto operativa, probabilmente già a partire dal mese di gennaio, se la situazione lo consentirà.

La nascita del piccolo è stata celebrata anche in municipio dove, ieri pomeriggio – sul balcone che si affaccia su piazza Matteotti, proprio davanti alla statua di Peppone – è stato affisso un grande fiocco azzurro per salutare il lieto evento.

Una bella notizia che segue a poco meno di un mese di distanza un’altra nascita avvenuta in Comune: quella della piccola Rachele, secondogenita dell’assessore Giuditta Carpi. —

Andrea Vaccari

© RIPRODUZIONE RISERVATA