La galleria del Seminario chiusa da lunedì per un cantiere

Il provvedimento si aggiunge  a quello del tunnel di Migliara.  Il sindaco Costi: «Chiediamo di sopportare i disagi. Si tratta di interventi attesi e necessari» 

CASINA. Si prospettano giorni non facili, la settimana prossima, per i pendolari dell’Appennino: alla chiusura ancora in corso della galleria Migliara, la prima a monte di Casina, si aggiungono alcuni giorni di chiusura della galleria del Seminario. Anas lo ha comunicato ieri ai sindaci dei Comuni appenninici interessati dal tracciato della statale 63. La chiusura al traffico sarà completa e durerà alcuni giorni. Si tratta della galleria più lunga della Statale, con i suoi 2,5 chilometri tra Ca’ del Merlo e Migliara.

I lavori sono necessari per la posa di cavi telefonici a fibra ottica. La chiusura avrà effetto dalle 7 di lunedì 14 dicembre, alle 18 di venerdì 18 dicembre, su tutte le corsie, per il tempo minimo necessario all’esecuzione dei lavori, che saranno eseguiti da Telecom Italia. Oltre ai cavi telefonici a fibra ottica, saranno messi in posa anche mini tubi in infrastrutture esistenti all’interno della galleria.


È stato individuato, riferisce Anas, un percorso alternativo per tutti i veicoli lungo le viabilità comunali del territorio di Carpineti e di Casina, per il quale sono stati sentiti e avvisati i sindaci. Di fatto il traffico verrà deviato lungo il vecchio tracciato della statale 63 (che transita lungo le località Campo dell’Oppio, La Quercia) per poi arrivare a Casina e tornare sul tracciato abituale a valle del paese. Si potrà anche optare per il transito da Marola, e poi scendere comunque a Casina. In senso a salire sono ovviamente disponibili le stesse strade. Sulla chiusura afferma il sindaco di Casina, Stefano Costi: «Si tratta di un intervento importante e che durerà pochi giorni, per cui chiediamo agli automobilisti di sopportare alcuni disagi: è un momento in cui questa chiusura si aggiunge a quella della galleria Casina, tra Migliara e lo svincolo per entrare nel capoluogo, che da diversi giorni porta il traffico a transitare lungo via Candarietta e via Cà Matta, che sono abbastanza tortuose e in alcuni punti piuttosto strette. Anche ai residenti chiediamo di pazientare ancora alcuni giorni: questo cantiere dovrebbe terminare, secondo i programmi, prima di Natale. La manutenzione della statale 63, e delle sue gallerie, è del resto di grande importanza per tutto l’Appennino, l’abbiamo richiesta come sindaci in molteplici occasioni, così come diverse volte abbiamo sollecitato gli interventi per migliorare la copertura della banda larga sul territorio, nell’ambito della quale rientra il lavoro di Telecom, per cui non possiamo che essere soddisfatti di questi interventi». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA