Appello alle donazioni per i nuovi restauri della basilica di San Marco

L'interno della basilica di San Marco a Boretto

Boretto, il comitato che da otto anni segue gli interventi  spiega che la raccolta  avverrà durante la messa  della mattina di Natale

BORETTO. I lavori di restauro alla basilica minore di San Marco, a Boretto, sono praticamente ultimati. Mancano ancora alcuni dettagli, ma i restauri interni avviati nel 2012 sono arrivati alla conclusione, anche grazie alla stipula di un mutuo al cui pagamento sta gradualmente provvedendo la parrocchia. La chiesa borettese rappresenta da sempre un simbolo per il Comune rivierasco: un monumento che, con la sua cupola a ridosso dell’argine maestro, connota il paesaggio rivierasco ed è ben visibile a grande distanza sia dalle sponde del fiume che dall’entroterra.

Altare e cupola restaurati nella basilica di San Marco a Boretto


Dopo gli ingenti danni subiti nel 1988, il ripristino strutturale aveva lasciato l’edificio profondamente segnato negli altari e nell’apparato decorativo. Oggi il percorso di restauro della basilica si trova in una fase avanzata, tanto che essa ha recuperato la solennità e l’eleganza delle sue origini. «I risultati ottenuti – spiegano i componenti del Comitato per i restauri della basilica, che da 8 anni segue ogni fase del cantiere – sono il frutto di uno sforzo collettivo, in cui l’intera comunità borettese si è presa cura di un edificio che ne rappresenta il cuore spirituale, storico e sociale. La generosità dei cattolici praticanti si è unita a quella di molti laici nel sostenere il nostro lavoro».

Sino a questo momento le risorse sono state offerte soprattutto dalla Cei, il cui contributo iniziale di 200mila euro ha permesso di avviare i lavori del primo stralcio (dedicato al presbiterio) e da privati che hanno messo a disposizione un’ingente quantità di finanziamenti. «È evidente a tutti – aggiunge il Comitato – che il diffondersi dell’epidemia di Coronavirus ha di fatto cancellato il programma ipotizzato per la raccolta fondi per il 2020, interrompendo con una pausa forzata di vuoto e paura, il percorso intrapreso. Alla sensibilità della comunità borettese, e non solo, ci si rivolge ancora una volta per rimettersi in cammino. Durante la messa del mattino di Natale le offerte lasciate dalle persone presenti in chiesa saranno devolute interamente al fondo per la basilica. In quell’occasione verrà inoltre distribuito un pieghevole informativo contenente le indicazioni per chi intendesse contribuire con donazioni anche nelle settimane e nei mesi successivi, con la possibilità di detrarre dai propri redditi gli importi versati».