Il Covid continua a uccidere: undici morti a Reggio Emilia. I nuovi positivi sono 155

Si tratta di sei donne (di cui due di 85 anni, una di 86, una di 87 e due di 92 anni, una delle quali deceduta a Modena ma residente nella provincia di Reggio Emilia) e cinque uomini di 72, 77, 80, 81 e 87 anni. Tre i ricoveri in ospedale. I pazienti in Terapia intensiva passano da 31 a 27

REGGIO EMILIA. Si allunga l'elenco delle vittime del Covid: altre 11 persone sono morte a seguito dell'infezione nella nostra provincia. Si tratta di sei donne (di cui due di 85 anni, una di 86, una di 87 e due di 92 anni, una delle quali deceduta a Modena ma residente nella provincia di Reggio Emilia) e cinque uomini di 72, 77, 80, 81 e 87 anni. Le vittime erano di Canossa, Castelnovo Monti, Novellara, Poviglio, Quattro Castella, Reggio Emilia (3), San Martino in Rio, Scandiano e Toano. Il numero dei decessi nel nostro territorio dall'inizio della pandemia sale dunque a 791.

Il bollettino dell'Ausl parla poi di 155 nuovi positivi, di cui 83 riconducibili a focolai già noti (per gli altri 72 sono in corso le indagini epidemiologiche). Il totale dei positivi dall'inizio della pandemia sale a quota 19.800.

Dei nuovi positivi, 152 sono in isolamento domiciliare (il numero complessivo sale a 4.777) mentre tre persone sono state ricoverate in ospedale ma non in Terapia intensiva (al momento sono in tutto 308 le persone in ospedale e alberghi Covid). I pazienti in Terapia intensiva passano da 31 a 27.

IN REGIONE

A livello regionale i nuovi positivi sono 1.453, a fronte di 17.556 tamponi eseguiti. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti scende all’8,2% dal 10,3% del giorno precedente. Il numero dei positivi al Covid dall'inizio della pandemia ha raggiunto quota 139.800.

Dei nuovi positivi, 724 sono asintomatici: 410 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 61 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 11 con gli screening sierologici, 7 tramite i test pre-ricovero. Per 235 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

Con i tamponi eseguiti mercoledì 9 dicembre (17.556) il totale sale a 2.276.951. A questi si aggiungono anche 1.620 test sierologici e 2.311 tamponi rapidi effettuati da mercoledì.

Le persone complessivamente guarite sono 2.506 in più rispetto al giorno precedente e raggiungono quota 68.697.

Continua a diminuire il numero dei casi attivi, cioè i malati effettivi: sono 64.717 (1.125 in meno rispetto al giorno precedente). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 61.643 (1.109 in meno), il 95,2% del totale dei casi attivi.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 229 (4 in meno rispetto al giorno precedente), 2.845 quelli negli altri reparti Covid (12 in meno).

I DATI SUL TERRITORIO

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna tristemente in testa con 301 nuovi casi, Modena (283), Rimini (182), Reggio Emilia (155), Ravenna (138), Ferrara (94), Piacenza (66), Parma (54). Poi Cesena (87), l’imolese (55) e Forlì (38).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 13 a Piacenza (uno in meno rispetto al giorno precedente), 18 a Parma (3 in più), 27 a Reggio Emilia (4 in meno), 53 a Modena (uno in meno), 51 a Bologna (due in meno), 8 a Imola (numero invariato), 18 a Ferrara (invariato),14 a Ravenna (due in più), 5 a Forlì (uno in meno), 2 a Cesena (invariato) e 20 a Rimini (invariato).

DECESSI

Sono 72 i nuovi decessi: 3 a Piacenza (due donne rispettivamente di 83 e 89 anni e un uomo di 70 anni); 3 in provincia di Parma (2 donne - 86 anni e 100 anni - e un uomo di 92 anni), 11 in provincia di Reggio Emilia (6 donne, di cui due di 85 anni, una di 86, una di 87 e due di 92 anni, una delle quali deceduta a Modena ma residente nella provincia di Reggio Emilia e 5 uomini di 72, 77, 80, 81 e 87 anni); 7 nel modenese (3 donne – di 71,78, 82 anni – e 4 uomini - di 58, 83, 86 e 94 anni); 20 in provincia di Bologna (12 donne, di 65,79,81,82 anni e una di 84, deceduta a Imola; le altre hanno rispettivamente 86 anni, due 89 anni, due 92 anni, una è di 96 anni e una di 97 anni; e 8 uomini: uno di 65 anni, uno di 74, 2 di 85 anni, due di 89 anni, uno dei quali deceduto a Imola, uno di 91 e uno di 94). 8 decessi sono stati nel ferrarese (7 donne rispettivamente di 87, 91, due di 92 anni, due di 93, una di 95 anni e un uomo, anch’esso di 95 anni); 10 in provincia di Ravenna (5 donne – di 77, 81,93, 95 e 100 anni – e 5 uomini, rispettivamente di 51,61,68, 91 anni e uno 106 anni); una donna a Forlì-Cesena (precisamente nel forlivese); 8 nel riminese: 4 donne, di cui due di 77 anni, una di 92 e una di 93; e 4 uomini di 76,86,88 e 93 anni. Si registra anche il decesso di un uomo di 79 anni deceduto fuori regione.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 6.386.