Covid, ancora 4 morti a Reggio Emilia. Sono 227 i nuovi positivi

Due i nuovi pazienti ricoverati in Terapia intensiva, i guariti totali salgono a 13.549

REGGIO EMILIA. Quattro decessi e 227 nuovi positivi. Questo il bollettino Covid in provincia di Reggio Emilia secondo i dati – aggiornati alle 12 di oggi, lunedì 7 dicembre – diffusi da Ausl e Regione. Partendo dal dato più drammatico, i morti sono tre uomini (due di 82 anni e uno di 77) e una donna di 86 anni residenti a Castelnovo Sotto, Novellara (2), e Scandiano. Sale quindi a 771 il totale delle vittime sul territorio dall’inizio della pandemia.

Dei nuovi positivi invece – di cui solo 147 ricondotti a focolai già noti – 218 sono in isolamento domiciliare, sette sono stati ricoverati in terapia non intensiva e due, più gravi, hanno avuto bisogno del ricovero in Rianimazione. Arriva quindi a trenta il numero di posti letto attualmente occupati nelle Terapie intensive Covid della provincia.


A crescere sono però anche i guariti, arrivati a quota 13.549 dall’inizio dell’emergenza sanitaria: 484 senza più sintomi ma ancora positivi e 13.065 con doppio tampone negativo. Passando alla situazione nei comuni reggiani, oltre al capoluogo – che conta 61 nuovi positivi – svettano sugli altri, a doppia cifra, i territori di Rubiera (21), Cadelbosco (13), Campagnola (12), e Reggiolo. Senza altri contagiati invece i Comuni di Baiso, Boretto, Canossa, Luzzara, San Polo e Viano, mentre sono 17 i malati in più residenti in altre province o in altre regioni.

Passando alla situazione nel resto dell’Emilia-Romagna, i nuovi positivi sono 1.891 su un totale di 9.865 tamponi eseguiti, con una percentuale di positività del 19,2% e con un’età media di 46,5 anni.

Oltre la metà del totale (1.068) è costituita da pazienti asintomatici: 599 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 83 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 25 con gli screening sierologici e 18 tramite i test pre-ricovero. Per 343 casi invece è in corso l’indagine epidemiologica.

Le persone complessivamente guarite sono 519 in più rispetto a domenica e raggiungono quota 59.951. I casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 69.481 (1.315 in più). Fra questi le persone in isolamento a casa con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o prive di sintomi sono complessivamente 66.437 (1.248 in più rispetto a domenica), il 95,6% del totale dei malati effettivi. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 239 (due in meno) e 2.805 quelli negli altri reparti Covid (69 in più).

Purtroppo però si registrano 57 nuovi decessi: venti a Bologna (12 uomini di cui due di 83 anni, due di 88 anni e i rimanenti di 59, 61, 68, 76 77, 85, 90 e 97 anni e 8 donne di cui due di 95 anni e le rimanenti di 77, 79, 85, 87, 90 e 93 anni), dieci a Ravenna (7 donne di 85, 86, 87, 89, 93, 96 e 99 anni e 3 uomini di 60, 79 e 93 anni) otto a Modena (6 uomini di cui due di 83 anni, due di 90 anni e i rimanenti di 72 e 96 anni e 2 donne di 87 e 91 anni), cinque a Rimini (3 donne di cui due di 84 e una di 85 anni e 2 uomini di 89 e 91 anni), quattro a Piacenza (4 donne di cui due di 78 anni e le rimanenti di 84 e 92 anni), quattro a Reggio Emilia, 3 a Parma (3 uomini di 37, 70 e 78 anni) e tre in provincia di Forlì-Cesena (2 donne di 77 e 82 anni e un uomo di 88 anni).

La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 414 nuovi casi, Bologna (276), Reggio Emilia (227), Ravenna (219), Rimini (193), Parma (149), Piacenza (118), Ferrara (103), quindi i territori di Cesena (81), Imola (59) e Forlì (52). —

© RIPRODUZIONE RISERVATA