Reggio Emilia, insulta e umilia per anni la moglie e i due figli: denunciato

L'uomo è stato allontanato da casa e le vittime portate in una struttura protetta. Sequestrate anche le armi del 47enne reggiano

REGGIO EMILIA. Vessazioni psicologiche quotidiane nei confronti della moglie, offese terribili a cui faceva assistere anche i figli minori. Figli che alla pari della madre non risparmiava da insulti e minacce.

Condotte vessatorie che, alla fine, hanno portato il figlio adolescente a reagire, fino a venire alle mani con il padre. Quest’ultima vicenda ha scosso fortemente la donna, tanto da farle trovare la forza di rivolgersi ai carabinieri di via Adua a cui ha denunciato le vessazioni che subiva da anni.

I miliari, accertati i fatti, in prima battuta hanno collocato in una struttura protetta donna e figli denunciando alla Procura reggiana l’uomo, un 47enne emiliano abitante in città, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia.

La Procura, condividendo quanto accertato dai militari dell'Arma, ha poi richiesto e ottenuto dal Gip la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare dell’uomo, con il divieto di avvicinamento a moglie e figli.

All’uomo sono inoltre state ritirare in via precauzionale le armi che deteneva regolarmente: due pistole, una carabina e un fucile con relative munizioni.