Furto nell’azienda Bonvicini, sparito il trattore John Deere

Gualtieri, il colpo è avvenuto la notte tra martedì e ieri. La titolare: «Eravamo in casa ma non ci siamo accorti di nulla per la tv alta»

GUALTIERI. Hanno scelto una sera brutta e piovosa, forse proprio per non dare nell’occhio, e sono riusciti a sottrarre un trattore John Deere 6520 da 130 cavalli.

Teatro del furto è stata l’azienda agricola “Bonvicini Liana”, con sede in via Bellingambo a Gualtieri, al confine con la zona industriale di Boretto.


Il colpo è avvenuto nella notte tra martedì e ieri, e la famiglia non si è accorta di nulla, nonostante non debba essere stata un’operazione semplice, quella condotta dai ladri. I malviventi, infatti, prima di portare via il trattore hanno sganciato la seminatrice che vi era attaccata e che era stata utilizzata nei campi, e poi sono fuggiti, probabilmente usando la capezzagna al confine con l’azienda attigua.

«Non abbiamo sentito nulla – spiega Liana Bonvicini, la titolare dell’azienda agricola – il trattore si trovava nel piazzale con altri mezzi a circa 30-40 metri dalla nostra abitazione. Non escludo che se il furto è avvenuto prima della mezzanotte, quando siamo andati tutti a letto, il volume della televisione, unito alla pioggia, ci abbia impedito di accorgerci di quello che stava avvenendo». «La beffa ulteriore –prosegue – è stata che alla mattina, poi, le tracce della fuga dei ladri sono state anche coperte dalla neve, dunque non abbiamo proprio idea di come possano aver agito e da ove siano passati per portare via il mezzo».

«Ad accorgersi della sparizione del trattore – prosegue Liana Bonvicini – è stato ieri mattina mio marito, quando è uscito per portare a scuola nostro figlio».

La famiglia, appena avvedutasi del furto, ha contattato i carabinieri e ha sporto denuncia contro ignoti. Nella speranza che qualcuno possa notare in giro il voluminoso trattore – che sul mercato gode di un importante valore – il figlio ha anche pubblicato una foto sui social in modo da condividere il più possibile la notizia. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA