Dieci giovani multati perché non rispettano le regole anti Covid

Gattatico, i controlli dei carabinieri nel centro del paese. La sanzione da 400 euro scattate per il mancato distanziamento

GATATICO.  Dieci giovani multati con 400 euro per non aver rispettato il divieto di assembramento in alcuni locali pubblici del centro del paese. L’attività preventiva e di controllo dei carabinieri, organizzata per assicurare il rispetto delle norme finalizzate al contenimento della seconda ondata di contagi da Covid 19, ha visto l’altra sera i militari della stazione di Gattatico, procedere in via amministrativa con sanzioni da 400 euro, nei confronti di quanti, non rispettando le norme vigenti, hanno tenuto condotte pericolose, non preservando la propria e l’altrui salute.

Dopo una prima fase di “comprensione”, con invito ai cittadini al rispetto delle norme: mascherina sempre sul volto e distanziamento, i controlli si sono fatti più stringenti e in caso di inosservanza delle legge scatta multa.
Ed è quello che è accaduto a Gattatico dove i carabinieri della locale stazione, hanno eseguito controlli a tappeto nel corso dei quali hanno sanzionato, appunto, una decina di giovani che non hanno rispettato il divieto di assembramento in luoghi pubblici. Tutti sono stati quindi multati per non aver rispettato le norme finalizzate al contenimento del virus Covid 19. Si tratta di ragazzi in prevalenza del paese, con un’età compresa tra i 16 e i 21 anni, che ora dovranno pagare verbali da 400 euro a testa.

Mantenere il distanziamento sociale e tenere sempre la mascherina che in regione è obbligatorio – spiegano i carabinieri – sta diventando sempre un po’ più complicato. E il numero di chi viola le regole, contestualmente, è in crescita.