Arnie e alveari distrutti scoperti dalle Ggev

Frustrazione e rabbia per le Guardie giurate ecologiche volontarie provinciali che hanno trovato un furgone da lavoro abbandonato e lo scempio fatto ai danni delle api

REGGIO EMILIA. Non ci si abitua mai ai ritrovamenti “anomali” tanto meno agli scempi. Così, anche ieri, frustrazione e rabbia, per le Guardie giurate ecologiche volontarie provinciali in servizio di vigilanza caccia nelle campagne a nord di Reggio Emilia.

Hanno trovato nei pressi di un casolare diroccato un furgone da lavoro abbandonato, probabilmente frutto di un furto, e poco più in là numerose arnie distrutte, senza pietà per gli alveari in esse custoditi in un periodo in cui le api riposano cercando di superare i rigori dell’inverno.


«Le Ggev – racconta la presidente delle Ggev provinciali Luisa Borettini – hanno notato un camioncino da lavoro, probabilmente rubato, danneggiato, abbandonato nelle pertinenze di un casolare disabitato. Naturalmente hanno subito avvisato le forze dell’ordine. Probabilmente gli stessi autori dell’abbandono hanno rovesciato e danneggiato anche alcuni alveari che erano lì accanto. Purtroppo ci sono sempre stati furti e disprezzo della proprietà privata. Anche di mezzi che servono come strumenti di lavoro. Si rimane perplessi di fronte alla distruzione degli alveari dove alcune popolazioni inermi di api erano in fase di riposo invernale. Questa non è solo ignoranza». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA