Al “Prater” il diploma dell’Accademia italiana della cucina

E' un prestigioso riconoscimento per il locale gestito dalla famiglia Tinterri le cui portate sono state definite eccellenti

SANT'ILARIO. Importante riconoscimento per lo storico ristorante “Prater”, gestito dalla famiglia Tinterri. Di recente l’attività è stata infatti premiata con il diploma di cucina eccellente conferito dall’Accademia italiana della cucina, a firma del presidente nazionale Paolo Petroni e della delegata di Reggio Emilia Anna Marmiroli. Il ristorante aveva ricevuto già il riconoscimento dei 4 tempietti della stessa Accademia agli inizi dell’anno, e con questo ulteriore premio vede riconosciuta la qualità della propria attività. Il “Prater” ha sede in via Roma 39 ed è stato fondato dal cavaliere Luciano Tinterri e dalla moglie Franca Bertolini e oggi è nelle mani del figlio Gianfranco con la moglie Daniela, entrambi sommelier professionisti, affiancati da 8 dipendenti specializzati.

«Credo sia importante rilevare – spiega Marmiroli nelle proprie motivazioni – che nei mesi passati che hanno costretto alla chiusura il locale, Tinterri e il suo staff si sono prodigati nello studio e nella sperimentazione (ognuno nelle proprie cucine, rigorosamente) di nuovi piatti e ricette, alcuni dei quali sono stati proposti al momento della riapertura che per il “Prater” è avvenuta con coraggio e determinazione, già il 18 di maggio, facendo del ristorante uno dei pochi locali della provincia pronti ad accogliere clienti».


«Le più importanti guide specializzate del settore – aggiunge – “Michelin”, “Pirelli”, “Veronelli”, “Gambero Rosso”, “Touring”, “Bell’Italia”, evidenziano già da qualche tempo l’eleganza e la qualità culinaria del Prater la cui forza è rappresentata da una cucina tradizionale con interessanti aspetti di ricerca e di attenzione alla stagionalità e all’impiego di prodotti tipici. La cucina è in grado di elaborare ottimi piatti attinti dalla tradizione, ma anche di pesce, ai funghi e al tartufo, accompagnati da pregiati vini italiani e stranieri». Il ristorante ha ottenuto lo scorso anno un riconoscimento pre stellare dalla guida Michelin. —


© RIPRODUZIONE RISERVATA