Finisce in carcere l'organizzatore della rapina nella gioielleria Stroili

Reggio Emilia, il colpo è stato compiuto otto anni fa da due 17enni. Ora è divenuta esecutiva la pena di tre anni per il mandante, un 32enne di Correggio  

REGGIO EMILIA. E’ divenuta esecutiva la pena a tre anni per un 32enne di Correggio, ex dipendente della gioielleria Stroili Oro e organizzatore del colpo da 20mila euro, compiuto da due minorenni nel 2012.

Erano le 10.30 del 14 settembre di otto anni fa quando la dipendente dell’oreficeria Stroili Oro, che all’epoca si trovava in via Emilia Santo Stefano, chiamava il 112 segnalando che due ragazzi l'avevano appena rapinata.

Fingendo di voler vedere dei gioielli, i ragazzi le avevano fatto aprire una vetrinetta poi l'avevano aggredita, picchiandola e minacciandola con un punteruolo. Ottenuto quello che volevano, erano scappati con un bottino di 20mila euro.

Le indagini dei carabinieri hanno consentito di risalire non solo ai due 17enni (immortalati dal sistema di videosorveglianza) ma anche il loro mandante: un ex dipendente del negozio, correggese, che al momento dei fatti aveva 24 anni.

Dopo aver ideato il colpo e istruito i due ragazzini su come portarlo a termine, il "capo" aveva poi pensato a piazzare sul mercato i gioielli rubati.

Ora la pena che gli era stata inflitta è divenuta esecutiva. Per questo motivo, ieri mattina, il 32enne è stato arrestato dai carabinieri di Correggio. Deve scontare una pena residua di due anni e otto mesi nell’istituto penitenziario della Pulce.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi