'Ndrangheta, le mani dei Grande Aracri sulle farmacie: 19 arresti, uno a Reggio Emilia

REGGIO EMILIA  Tocca anche Reggio Emilia l'operazione «Farmabusiness» della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, che ha portato oggi all'arresto del presidente del consiglio regionale della Regione Calabria Domenico Tallino (Forza Italia). Uno dei 19 indagati coinvolti nell'inchiesta, il 32enne Salvatore Francesco Romano, residente a Cadelbosco Sopra, è stato arrestato a Reggio Emilia, a casa dei genitori, dove è stato rintracciato.

L'esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata eseguita dai carabinieri. All'indagato sono stati contestati i reati di associazione di tipo mafioso e detenzione illegale di armi, per fatti commessi a Cutro. Al centro delle indagini la presunta creazione da parte della cosca di 'ndrangheta Grande Aracri di Cutro di una società per la distribuzione di prodotti medicinali, finalizzata al reimpiego di capitali illeciti nelle farmacie di tre regioni: 20 in Calabria, due in Puglia e uno in Emilia-Romagna. 

L’operazione «Farmabusiness», che ha portato in carcere il presidente del Consiglio regionale della Calabria, ha svelato i retroscena degli affari della cosca Grande Aracri e i collegamenti con la politica.

Sono 25 le persone indagate e 19 le persone per cui è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare.

Il carcere è stato disposto nei confronti di:

Santo Castagnino, 58 anni, residente a Mesoraca;
Giuseppe Ciampà, 42, residente a Cutro;
Elisabetta Grande Aracri, 38 anni, di Cutro;
Salvatore Grande Aracri, 34 anni, di Cutro;
Salvatore Grande Aracri, 41, di Brescello;
Gaetano Le Rose, 48 anni, di Cutro;
Giuseppina Mauro, 66, di Cutro;
Pancrazio Opipari, 45 anni, di Sellia Marina;
Francesco Salvatore Romano, 32, di Cutro;
Domenico Scozzafava, 39, di Catanzaro;
Leonardo Villirillo, 53, di Crotone.

Agli arresti domiciliari sono finiti:

Pasquale Barberio, 75 anni, di Isola Capo Rizzuto;
Paolo De Sole, 46, di Cesena;
Domenico Tallini, 68, di Catanzaro;
Raffaele Sisca, 48, di Crotone;
Domenico Grande Aracri, 55, di Cutro;
Patrizio Tommaso Aprile, 55, di Catanzaro;
Maurizio Sabato, 54, di Catanzaro;
Donato Gallelli, 45, di Catanzaro.