Compra uno smartphone online a 240 euro e resta truffato

Campagnola, i carabinieri hanno identificato e denunciato un 39enne della provincia di Cremona che aveva pubblicato l'annuncio-trappola su un sito

CAMPAGNOLA EMILIA. Grazie a un’inserzione trappola su un sito di annunci, associato a un numero di telefono dove intavolare la trattativa nonché a una carta prepagata dove ricevere i soldi, un 39enne di Casalmaggiore, in provincia di Cremona, trattava la vendita di smartphone che però non spediva. Quando sulla carta prepagata giungeva il pagamento il gioco era fatto e quando l'acquirente lamentava il ritardo nella consegna del telefono, il truffatore dava la colpa ai ritardi nelle spedizioni e poi spariva nel nulla.

Il 39enne, identificato grazie alle indagini telematiche dei carabinieri della stazione di Campagnola Emilia, è stato denunciato per il reato di truffa. La vittima, un 44enne residente a Campagnola, ha visto su un sito uno smartphone a 240 euro e voleva acquistarlo. Dopo aver concordato modalità di pagamento e spedizione dell’oggetto, ha provveduto a versare i soldi sulla Poste Pay del venditore. Con il passare del tempo, non vedendosi recapitare l’oggetto e dopo alcune risposte evasive, l'uomo ha capito di essere rimasto vittima di una truffa si è presentato ai carabinieri.

I militari sono risaliti al truffatore incrociando il numero di telefono associato all’inserzione e la carta prepagata dove erano confluiti i soldi.