Carabinieri sequestrano un etto di droga nelle campagne della Bassa

Luzzara, la marijuana è stata ritrovata a Casoni dentro quattro vasi di vetro. Indagini in corso per identificare il pusher

LUZZARA. Nelle campagne della Bassa Reggiana, a circa 150 metri dalla strada, in località Casoni del comune di Luzzara, i carabinieri della locale stazione hanno sequestrato di quattro barattoli in vetro di varie dimensioni nascosti tra la vegetazione al cui interno c'era un etto di marjuana oltre a un bilancino di precisione. Una partita di droga da cui poter ricavare almeno 100 dosi che è stata sottratta alla piazza dello spaccio cui era destinata.

Ne sono certi i carabinieri della stazione di Luzzara che hanno avviato le indagini per risalire al proprietario della partita di droga chiamato a rispondere del reato di detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti. Ignoti spacciatori quelli che i carabinieri stanno cercando di identificare in quanto l'appostamento dei militari che si è  protratto per alcuni giorni, non ha permesso di intercettare il pusher. Al riguardo sono al vaglio alcune testimonianze da parte dei carabinieri che hanno indicato la zona frequentata da spacciatori. Sul ritrovamento la procura ha avviato un'inchiesta.

La segnalazione dei movimenti sospetti nella zona di Casoni ha indotto i militari a svolgere mirati servizi culminati con il rinvenimento di 4 barattoli contenenti la marjuana e un bilancino di precisione occultati tra la vegetazione. Sono poi scattati i servizi d’osservazione con lo scopo di intercettare coloro o colui che si occupava dello stupefacente ma nessuno si è fatto vivo. La droga ora subirà le analisi di laboratorio necessarie per accertare il tasso di principio attivo. I carabinieri sono fiduciosi grazie alle testimonianze di arrivare presto all’identificazione dei titolari dello stupefacente rinvenuto. La scelta del nascondiglio da parte dello spacciatore o spacciatori, ritengono i carabinieri, è dettata dal fatto di eludere controlli e perquisizioni domiciliari.