In provincia di Reggio Emilia 269 nuovi casi positivi, un ingresso in terapia intensiva e 14 in altro reparto. Nessun deceduto

Di questi nuovi casi 89 sono riconducibili a focolai già noti, 180 classificati come sporadici. In Regione 2.402 casi in più rispetto a ieri, su un totale di 20.310 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore

REGGIO EMILIA. Sono 269 i nuovi casi positivi riscontrati oggi nella nostra provincia, per un totale dall’inizio della pandemia di 12.096. Di questi nuovi casi 89 sono riconducibili a focolai già noti, 180 classificati come sporadici: i casi sporadici sono quelli per cui l’attività di tracciamento non riconduce ad un focolaio, per cui restano casi singoli, non associabili ad altri (nel proseguo delle indagini se vengono individuati collegamenti con altri casi entrano a far parte di un focolaio). I pazienti in isolamento domiciliare sono 254 (per un totale di 6584), 14 i ricoveri in terapia non intensiva (il totale è di 307, dato che comprende anche le persone positive in isolamento negli alberghi Covid). Si registra un nuovo ingresso in terapia intensiva e nessun nuovo decesso.
 
 I nuovi casi sono così distribuiti nella nostra provincia: 6 ad Albinea, 9 a Bagnolo, 3 a Bibbiano, 1 a Boretto, 2 a Brescello, 8 a Cadelbosco sopra, 4 a Campagnola, 2 a Campegine, 1 a Canossa, 19 a Casalgrande, 9 a Castellarano,5 a Castelnovo Sotto, 2 a Castelnovo Monti, 1 a Cavriago, 8 a Correggio, 3 a Fabbrico e altrettanti a Gattatico. E ancora 4 a Gualtieri, 4 a Guastalla, 4 a Luzzara e 4 a Montecchio. Un nuovo caso a Novellara, 6 a Poviglio e 7 a Quattro Castella. Ben 89 a Reggio Emilia, 5 a Reggiolo, 11 a Rubiera, 9 a San Martino in Rio, 9 a Sant’Ilario, 11 a Scandiano, 2 a Toano, 1 a Vezzano, 1 a Viano, 2 a Villa Minozzo, 3 risultano non residenti in provincia e 10 residenti in altra regione.
 
IN REGIONE
 
Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 80.684 casi di positività, 2.402 in più rispetto a ieri, su un totale di 20.310 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi dell’11,8%, pressoché la stessa di ieri.
In calo l’Rt regionale, che misura la trasmissibilità del contagio: secondo le prime anticipazioni, il nuovo dato settimanale è di 1,4 (rispetto all’1,57 della scorsa settimana e all’1,63 di quella precedente).
Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, sono 1.264 gli asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 337 persone erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 462 sono state individuate nell’ambito di focolai già noti.
 
L’età media dei nuovi positivi di oggi è 43,8 anni. 
 
Su 1.264 asintomatici, 387 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 56 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 10 con gli screening sierologici, 16 tramite i test pre-ricovero. Per 795 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.
 
La situazione dei contagi nelle province dell’Emilia-Romagna vede Modena con 551 nuovi casi e Bologna con 513; a seguire Reggio Emilia (269), Piacenza (206), Parma (175), Rimini (172), Ravenna (130) e Ferrara (118). Poi Imola (109), Cesena (89) e Forlì (70).
 
Questi, dunque, i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. 
I tamponi effettuati sono stati 20.310, per un totale di 1.804.471. A questi si aggiungono anche 3.871 test sierologici. 
 
I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 46.024 (2.134 in più di ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 43.702 (+2.106 rispetto a ieri), quasi il 95% del totale dei casi attivi.
 
Purtroppo, si registrano 49 nuovi decessi: 26 a Bologna (11 uomini di 63, 69, 71, 79, 80, 81, 82, 84, 86, 94 e 101 anni, 2 uomini di 74 anni, 2 di 75 anni, 2 di 78 anni e 2 di 83 anni, 5 donne di 69, 80, 90, 91 e 94 anni e due donne di 83 anni), 13 a Modena (7 uomini di 43, 65, 72, 78, 83, 85 e 90 anni, 2 uomini di 82 anni e 4 donne di 85, 93, 94 e 96 anni), 3 a Ferrara (2 uomini di 82 e 88 anni e una donna di 87), 2 a Ravenna (2 uomini di 84 e 93 anni), 2 a Parma (2 uomini di 64 e 86 anni), uno a Cesena (un uomo di 81 anni), uno a Rimini (un uomo di 72 anni), uno a Piacenza (una donna di 79 anni). Dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, in Emilia-Romagna i decessi sono complessivamente 4.925.
 
I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 228 (+6 rispetto a ieri), 2.094 quelli in altri reparti Covid (+22). 
Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 13 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 18 a Parma (+1), 21 a Reggio Emilia (+1), 48 a Modena (+3), 67 a Bologna (+2), 7 a Imola (+1), 15 a Ferrara (invariato), 12 a Ravenna (-1), 7 a Forlì (+1), 2 a Cesena (-3) e 18 a Rimini (invariato).
Le persone complessivamente guarite salgono a 29.734 (+219 rispetto a ieri)
 
Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella i cui è stata fatta la diagnosi: 8.971 a Piacenza (+206 rispetto a ieri, di cui 89 sintomatici), 7.514 a Parma (+175, di cui 104 sintomatici), 12.096 a Reggio Emilia (+269, di cui 180 sintomatici), 13.713 a Modena (+551, di cui 259 sintomatici), 16.013 a Bologna (+513, di cui 182 sintomatici), 1.822 casi a Imola (+109, di cui 65 sintomatici), 3.888 a Ferrara (+118, di cui 19 sintomatici), 4.653 a Ravenna (+130, di cui 43 sintomatici), 3.157 a Forlì (+70, di cui 55 sintomatici), 2.488 a Cesena (+89, di cui 56 sintomatici) e 6.369 a Rimini (+172, di cui 86 sintomatici).
 
In seguito a verifica sui dati comunicati nei giorni passati è stato eliminato 1 caso (a Parma) in quanto giudicato caso non COVID-19./JF