Il David di Cinecittà ora domina le colline grazie ad Annamaria

La statua alta cinque metri copia del capolavoro di Michelangelo era utilizzata per film e documentari. L’allevatrice l’ha comprata

BAISO. Che cosa ci fa la riproduzione quasi perfetta del Davide di Michelangelo sulle colline di Baiso?

La statua alta 5 metri e 17 centimetri era stata realizzata alcuni decenni fa come “controfigura” della famosissima opera da utilizzare nella registrazione dei film dedicati al Rinascimento italiano ripresi a Cinecittà, a Roma. Fino al 2017 è rimasta abbandonata negli studi della Cinears, sempre a Roma, e sarebbe andata distrutta se Annamaria Gattamelati di Baiso non avesse deciso di comperarla e di portarla vicino all’ingresso della sua fattoria, dove alleva animali di piccola taglia come il famoso ariete Mapy che, se tutto andrà bene entrerà nel Guinnes dei primati, per le sue dimensioni minuscole.


«Su internet ho visto che la Cinears – racconta Annamaria Gattamelati– metteva in svendita tanti oggetti costruiti per registrare dei film del passato e quando ho visto il David ho pensato che una simile statua non meritava di finire al macero e l’ho acquistata. Il 12 aprile del 2017 mi è stata consegnata ed era tutta rovinata dal tempo e aveva bisogno di un restauro particolarmente impegnativo». Dopo quasi tre anni, e grazie al periodo di lockdown, Annamaria ha trovato il tempo e una persona che la potesse aiutare nel restaurare di quella statua in così pessime condizioni.

Per oltre quindici giorni, le superfici della statua – fatta in una lega di vetroresina – sono state sverniciate e poi grazie al paziente lavoro di Giorgio Spattini, soprannominato Giotto dagli amici, è stata rimessa completamente a nuovo e sono stati sistemati tutti i danni causati dal tempo con la completa riverniciatura e la sistemazione dei punti dove vi erano dei segni di cedimento.

«Sono rimasta veramente soddisfatta – racconta Annamaria – di come si sono svolti i lavori di recupero anche perché abbiamo avuto l’aiuto del colorificio di Valestra per trovare i prodotti giusti che hanno permesso di riportare all’antico splendore questa statua che a suo tempo è stata protagonista di diversi film registrati nel passato». Ora, chi passa di là potrà ammirarla nel suo splendore. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA